Da Brescello a Fabbrico l’ipocrisia del Pd in questa nuova provincia mafiosa

 

DI DARIO CASELLI

19/1/2016 – Con l’inizio del processo Aemilia, che porta alla sbarra più di cento presunti mafiosi, anche a Reggio hanno dovuto prendere atto che la ‘ndrangheta esiste. Per la verità esistono anche le mafie cinesi, nigeriane, dell’Est Europa, ma per quelle bisognerà attendere che l’ex Città diversa, si svegli dopo una ventina d’ anni. Per ora accontentiamoci di quella calabrese.

Con l’inizio del processo dicevamo, il Pd si è svegliato ed ha chiesto le dimissioni di Coffrini jr da sindaco Pd del paese a più alta concentrazione di indagati, Brescello. La decisione, storica, ha richiesto un anno di riflessione e dibattito, come nella miglior tradizione progressista e garantista, quando si tratta di un compagno. Ben più sbrigativi e forcaioli sono i nostri eroi con gli avversari politici.

Bene, se lo ha chiesto, il Pd saprà perché Coffrini jr se ne deve andare, a noi farebbe piacere che le ragioni venissero rese pubbliche, Brescello non è infatti l’unico comune reggiano dove la ‘ndrangheta ha sviluppato i suoi cantieri, ricordiamo Fabbrico, dove i clan hanno costruito metà paese e l’ex sindaco era segretario provinciale del PD, però scusate, quelli erano camorristi, ho fatto un po’ di confusione.

Vi sono comuni dove l’usura è un fenomeno diffuso, illuminato dai bagliori delle auto incendiate e nessuno dice nulla, d’altra parte meglio un Coffrini oggi, che niente domani. Ma sarà vera gloria? O non piuttosto il gesto di furbizia di un partito che ha subodorato che la commissione governativa incaricata di indagare, è giunta alla conclusione di chiedere lo scioglimento per mafia di Brescello? Ancora poco tempo e il giallo troverà la sua soluzione e anche a Reggio avremo il certificato di Provincia mafiosa, ma l’ipocrisia non cesserà, basta vedere come il Pd accusa i grillini per la vicenda del comune di Quarto, mentre serenamente governa le tre regioni più infiltrate dalle mafie: Calabria, Sicilia, Campania.

Se quando governavano la Dc e le destre, era per merito dei voti mafiosi, ora che governa il Pd, di chi è il merito?

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *