Il concorso-beffa della fondazione E35
“Il sindaco pretenda le dimissioni di Bonaretti”

20/1/2016 – Il caso surreale, ma vero, del bando natalizio della fondazione Europa 35, controllata dal Comune di Reggio Emilia e presieduta da Paolo Bonaretti, nominato dal sindaco Luca Vecchi, approda in consiglio comunale. Cinzia Rubertelli, capogruppo di Grande Reggio-Progetto Reggio, ha depositato una interrogazione allo stesso sindaco, con richieta di risposta scritta, chiedendo il ritiro del bando e la sua  ripubblicazione  “consentendo una migliore e più duratura informazione dello stesso”.

Chiede inoltre le dimissioni di Bonaretti o, in caso contrario, “quale sia l’esito del bando, quanti i partecipanti e chi siano i vincitori”.

Il caso, rivelato da Reggio Report, ha suscitato sconcerto in città e clamore inevitabile sulla stampa: la fondazione E 35, costituita dal Comune di Reggio emilia(con partecipazioni di Provincia, Camera di commercio e Crpa) l’estate scorsa per i progetti di internazionalizzazione, ha pubblicato sul suo sito internet un avviso selezione-Speedy Gonzales per due collaboratori laureati: pubblicazione il 23 dicembre, solstizio d’inverno e antivigilia di Natale, e chiusura dei termini per le domande l’11 gennaio all’ora di pranzo.

I profili richiesti sono talmente dettagliati da far parlare i soliti infami di una selezione su misura per qualche  “predestinato”: al candidato/a per l’accoglienza delle delegazioni straniere si chiede anche la conoscenza del portoghese, a quello/a per la comunicazione un’esperienza di lungo corso nello smanettamento dei social network. Anzichè prendere per i fondelli i cittadini e tanti possibili candidati, che non hanno il tempo di presentare curricula e domande, avrebbero fatto miglior figura ad assumere i due consulenti per chiamata diretta, senza la foglia di fico della selezione di Babbo Natale: tanto più che, come ha precisato il Comune in una imbarazzatissima precisazione, la Fondazione E 35 ha una gestione “privatistica”.

Peccato che il sito internet si agganciato al portale del Comune di Reggio.

L’INTERROGAZIONE DI CINZIA RUBERTELLI

 

 Premesso che

la Fondazione E35, è un ente di diritto privato controllato dal Comune;

 il Presidente ha pubblicato un avviso per l’affidamento di incarichi di lavoro autonomo in regime di collaborazione occasionale di due unità;

 tale avviso non riportava durata e compenso degli incarichi, inoltre veniva pubblicato unicamente sul sito web e sul profilo Linkedin della Fondazione per un periodo complessivo di 20 giorni compresi tra il 23/12/2015 ed l’11/01/2016;

 per chi fosse interessato a partecipare consegnando la domanda direttamente presso gli uffici della Fondazione i giorni utili si riducevano a soli 10;

 preso atto che

 diversi requisiti richiesti ai candidati delle due risultavano estremamente spoecifici, quali ad esempio la conoscenza della lingua portoghese o l’esperienza in progetti di cooperazione allo sviluppo con particolare riferimento a paesi africani;

 considerato che

 tali carenze d’informazione nonchè di tempi e modalità di pubblicazione, ricadenti pienamente durante le festività natalizie, hanno limitato fortemente l’informazione e quindi la partecipazione di potenziali candidati;

 interroga il Sindaco, con richiesta di risposta scritta, per sapere

 se intende intervenire presso il Presidente della Fondazione E35 al fine di ritirare il bando ripubblicandolo consentendo una migliore e più duratura informazione dello stesso;

 se intende richiedere le dimissioni tanto del Presidente della Fondazione che dell’Assessore delegato;

 in caso contrario quale sia l’esito del bando, quanti i partecipanti e chi siano i vincitori.

 Cinzia Rubertelli Capogruppo Alleanza civica Grande Reggio-Progetto Reggio

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *