Ideo Ferretti e il suo amico uccisi da un ragazzo ubriaco che guidava a velocità folle
Le indagini dello studio Pagliani sull’incidente in Brasile

8/1/2015Ideo Ferretti, il carrozziere di Arceto di 57 morto a Natal in Brasile in un incidente stradale avvenuto la sera del 4 dicembre scorso , è stato ucciso insieme all’amico Simone Catallo da un ragazzo di 19 anni neopatentato e che guidava ubriaco un Suv Pajero, correndo come un pazzo e senza fermarsi al rosso. L’impatto è stato talmente violento,  che Ideo e l’amico sono stati sbalzati sull’asfalto dal taxi su cui viaggiavano e sono morti sul colpo. Questa la dura verità sulla fine di Ferretti, persona molto conosciuta nello scandianese non solo per la sua attività imprenditoriale,  ma anche per la sua umanità e l’impegno politico nella sinistra. E’ stato un omicidio stradale in piena regola perpetrato da un giovane palesemente ubriaco, arrestato in flagranza di reato e che sarà giudicato in sede penale. Purtroppo nessuno potrà restituire ferretti alla famiglia e agli amici.

Ideo Ferretti

Ideo Ferretti

Le circostanze dell’incidente e del decesso sono state ricostruite, su incarico della famiglia, dallo studio legale Pagliani di Arceto. Ecco di seguito  il report diffuso dall’avvocato Giuseppe Pagliani, amico di lunga data dello scomparso.

Il giorno 04/12 2015 a Natal , Rio Grande do Norte Brasile, alcuni minuti prima della mezzanotte  il signor Ideo Ferretti in compagnia di Simone Catallo (residente a Firenze) , alla sua fidanzata (del Catallo) Genilda Maria (brasiliana) e all’amico reggiano Enrico Ravazzini stava rincasando in taxi , provenienza ristorante della zona costiera e destinazione Ponta Negra dove,  insieme al nipote aveva alloggio, presso un residence.

All’altezza del rione Alagamar presso un incrocio gestito da un semaforo di Via Praia de Buzios il taxi  è stato colpito da un Pajero proveniente da Avenida De Queiroz che non si è arrestato al segnale rosso.

Secondo testimonianze il veicolo Pajero procedeva a velocità sostenuta.

Ideo Ferreti e Simone Catallo  che viaggiavano sul sedile posteriore sono stati sbalzati fuori dall’abitacolo e sono deceduti sul colpo. Genilda Maria pure essa accomodata sul sedile posteriore rimaneva bloccata tra le lamiere e successivamente estratta dall’abitacolo grazie all’intervento dei pompieri. Veniva poi ricoverata e operata d’urgenza. Ravazzini ed il  taxista di nazionalità brasiliana riportavano lievi contusioni e venivano dimessi durante la notte.

Ferito e ricoverato in ospedale anche l’unico passeggero del Pajero amico del conducente.

Il conducente del Pajero di  nome Washington Carlos Mauricio de Andrade Filho di anni 19  e’ neopatentato avendo ottenuto la licenza di guida solo il 16/09/2015.

L'avvocato Giuseppe Pagliani

L’avvocato Giuseppe Pagliani

Sottoposto ad alcoltest faceva risultare un tasso alcoolico di 0.67mg/L. Si ricorda che l’alcoltest è positivo a partire da 0.01mg/l (tolleranza zero) e se il tasso alcolemico è superiore a 0.34 mg/l il reato di guida in stato di ebbrezza diviene penale.

Secondo testimonianze il conducente ha tentato di abbandonare il luogo dell’incidente per sottrarsi alla responsabilità di quanto accaduto ,  le autorità una volta giunte sul posto lo descrivono in chiaro stato di ubriachezza e  visibilmente in stato confusionale.

Veniva così incriminato dalle autorità per reati che comprendono l’ omicidio colposo stradale, lesioni colpose , l’omissione di soccorso e la guida in stato di ebbrezza quindi  arrestato in flagranza di reato.

Scontava alcuni giorni di carcere prima  di essere rilasciato su cauzione in attesa di processo. Il corpo di Ideo Ferretti e’ di seguito stato cremato, rientrato in Italia dopo le necessarie procedure burocratiche sbrigate dal nipote Giordano Ferretti in loco”.  Studio legale  avv. Giuseppe Pagliani

 

 

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. damocle Rispondi

    08/01/2016 alle 22:28

    sopra lo 0.8

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *