I Cinque Stelle mirano in alto e chiedono che Delrio si presenti alle Camere
“Spieghi cos’è accaduto nel 2012 quando era sindaco di Reggio e Maria Sergio comprò la casa da Macrì”

23/1/2016 – Come previsto, i Cinque Stelle scatenano una campagna nazionale sull’affaire della casa di Masone comprata da Maria Sergio, moglie del sindaco Luca Vecchi, da un costruttore poi arrestato e imputato nel processo Aemilia con l’accusa di aver favorito la ndrangheta. L’obiettivo, oltre alla dimissioni del primo cittadino di Reggio Emilia, e il ministro Delrio già sindaco di Reggio prima di Vecchi

“Il Ministro Delrio riferisca alle Camere su quanto accaduto a Reggio Emilia quando era sindaco. Il 17 maggio 2012, la sua dirigente all’urbanistica Maria Sergio,  moglie dell’attuale sindaco del capoluogo emiliano Luca Vecchi (Pd), ha acquistato casa al grezzo dal crotonese Francesco Macrì, a gennaio 2015 arrestato e rinviato e giudizio nell’operazione contro la ‘ndrangheta Aemilia”. Questa la dichiarazione diffusa oggi dal  capogruppo M5S alla Camera Davide Crippa e dal vice Michele Dell’Orco, che annunciano la richiesta di una informativa alle Camere del Ministro Delrio.

Per oltre un anno dal momento dell’arresto di Macrì oggi a giudizio, il sindaco Vecchi e la dirigente Maria Sergio hanno taciuto alla popolazione la notizia relativa alla casa in cui vivono” continuano gli esponenti pentastellati.  “Francesco Macrì, cioè colui che ha venduto casa alla dirigente nominata da Graziano Delrio nel 2004 , è la stessa persona che all’alba del 28 gennaio 2015 è finito nel blitz dell’operazione Aemilia.Il gip di Bologna ha disposto per lui la misura cautelare degli arresti domiciliari per concorso in reimpiego di beni illeciti in attività lecite con l’aggravante di aver favorito l’associazione mafiosa”.

Macrì «in qualità di amministratore unico nonché socio di maggioranza della società ‘Il Cenacolo Srl metteva a disposizione delle organizzazioni mafiose la predetta società, acquisendo la formale gestione del ristorante ‘Il cenacolo del pescatore’, al fine di favorire gli scopi delittuosi dell’associazione». Fatto commesso in «data successiva e prossima al mese di aprile del 2012» insistono i parlamentari citando gli atti. “Praticamente nello stesso periodo in cui Maria Sergio acquistava casa, al grezzo e senza intermediari, dallo stesso Macrì”.

“Maria Sergio è  persona di massima fiducia di Delrio ed ha gestito l’ ufficio della programmazione urbanistica di Reggio Emilia per dieci anni  dal 2004 al 2014– concludono Crippa e Dell’Orco -Il sovrapposto politico di Maria Sergio, l’assessore all’urbanistica Ugo Ferrari, dal 2013 al 2014 è stato designato pro-sindaco di Reggio da Delrio, quando quest’ultimo è diventato ministro del governo Letta”.

MARIA EDERA SPADONI: ALLIBITA DALLE PAROLE DI VECCHI, NON E’ CREDIBILE

“Perché il sindaco della mia città Reggio Emilia, Luca Vecchi e sua moglie la dirigente all’urbanistica Maria Sergio hanno  taciuto alla popolazione la notizia di aver acquistato casa dall’arrestato di Aemlia Francesco Macrì? E’ stato arrestato un anno fa non ieri ” lo dichiara la parlamentare reggiana  M5S Maria Edera Spadoni. “Non posso credere che il sindaco non sa quello che fa la moglie, o la moglie non dica nulla al sindaco. Anche lei perchè non ha detto nulla alla città? Non sanno quello che fanno e da chi acquistano casa? La casa dove vivono oggi … Con i ruoli importanti che entrambi ricoprono in settori delicatissimi. Sono da dimissioni immediate”.

“Resto allibita dalle parole di Vecchi che dichiara di non sapere nulla- continua la Spadoni.- mi spiace non è credibile. Come non è più credibile politicamente chi ha messo come dirigente Maria Sergio, il ministro Graziano Delrio” conclude la Spadoni che annuncia interrogazioni e atti parlamentari insieme ai colleghi M5S.

 

Be Sociable, Share!

2 risposte a I Cinque Stelle mirano in alto e chiedono che Delrio si presenti alle Camere
“Spieghi cos’è accaduto nel 2012 quando era sindaco di Reggio e Maria Sergio comprò la casa da Macrì”

  1. la spalla di renzie (er tragicomico nato)... Rispondi

    24/01/2016 alle 12:05

    …’sù non fate le bizze’ (chissà se il termine sarà facilmente traucibile in Europa..)

    ma per cortesia
    ..
    un minimo di decenza in casa vostra nooo??

  2. tutti quelli e quelle che fanno domande plausibili Rispondi

    24/01/2016 alle 12:53

    ..sono definiti fascisti.
    Ao’ avete rotto er ka.

Rispondi a la spalla di renzie (er tragicomico nato)... Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *