Gli incarichi dei Comuni allo studio Coffrini: Cavriago si smentisce e delibera una nuova consulenza
Ma San Martino in Rio ha interrotto il rapporto

21/1/2016 – Non è un segreto che lo studio legale degli avvocati Ermes e Marcello Coffrini di Reggio Emilia sia uno dei più gettonati dagli enti locali reggiani, e non certo da oggi. Oggi, però, gli incarichi al sindaco di Brescello (Marcello Coffrini sono diventati una poatata bollente. Un caso molto scomodo: anche perchè ancora una volta emerge la strategia della doppia verità praticata disinvoltamente negli ambienti politici”.

A Cavriago la capogruppo consiliare di Reggio Città Aperta, Liusca Boni, annuncia un’interrogazione sulla decisione di pochi giorni fa, 14 gennaio 2016 la data delle delibera approvata dalla giunta Burani, di conferire allo studio associato Coffrini l’incarico di tutelare il Comune davanti al Tar di Parma in un ricorso presentato dalla Costruzioni Pieve Modolena s.r.l. con sede legale a Cutro.

“Viste le dichiarazioni di pocopiù di un anno fa di Coffrini sul boss GRande Aracri – afferma Liusca Boni – e quelle, recentissime, su un eventuale commissariamentodel Comune, riteniamo inopportuna la scelta della Giunta di farsi rappresentare in giudizio dallo studio Coffrini”. Non solo.  Aggiunge la consigliera: “Nell’ottobre 2014 avevamo ricevuto rassicurazioni sul fatto che non si sarebbero più conferiti incarichi allo studio”.

Come si spiega allora la delibera di appena una settimana fa?

La questione degli incarichi vene sollevata anche a San Martino in Rio dal consigliere del gruppo misto Alessandro Bussetti, il quale ha chiesto al sindaco di chiarire “se l’avvocato Coffrini è tuttora consulente del Comune e, in caso affermativo, se intende avvalersi ancora delle sue prestazioni o se seguirà l’esempio di Novellara”.

In merito al servizio di assistenza legate scelto dal Comune di San Martino in Rio, oggi il sindaco Oreste Zurlini ha chiarito che il rapporto con lo studio Coffrini non è stato rinnovato: “Lo Studio legale Coffrini assiste il Comune di San Martino in Rio da prima del 1990 e, come i colleghi che mi hanno preceduto, non abbiamo mai avuto motivo di lamentarci della relativa capacità professionale – ha dichiarato Zurlini –
Tuttavia è evidente che gli sviluppi degli ultimi giorni e la risonanza delle vicende di Brescello, non ci hanno lasciato indifferenti. E’ per questo che, già da alcuni giorni, martedì scorso per l’esattezza,  e considerando che il rapporto di assistenza è rinnovato di anno in anno, nella riunione della Giunta abbiamo deciso di non darvi seguito, e quindi di non procedere alla formalizzazione del suddetto incarico. E’ ovvio che i contenziosi in corso continueranno ad essere seguiti dallo Studio Coffrini fino alla loro conclusione”.

 

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *