De Sanctis presidente di E.on Italia: “Cacciato da Iren con una liquidazione d’oro, rientra dalla finestra”
“Profumo riferisca all’assemblea dei soci”

di Francesco Fantuzzi *
18/1/2016 – Il Sole 24 ore ha riportato la notizia che Nicola de Sanctis, ex a.d. del gruppo Iren, ha assunto il ruolo di Presidente di E.on Italia. Il socio di Iren nello sciagurato affare del rigassificatore Olt.

Gli antichi greci non erravano: il confine tra tragedia e farsa è labile. Anche la vicenda De Sanctis pare confermarlo tristemente. Il beneficiario della plurimilionaria liquidazione relativa a un impegno di soli 18 mesi, cacciato con ignominia per non aver, secondo il Sindaco Vecchi, saputo redigere un piano industriale rispondente alle esigenze aziendali (altre fonti qualificate hanno commentato diversamente…) si ritrova ora a dover collaborare con lo stesso gruppo che un anno fa lo ha giubilato.

Come Piccoli azionisti non possiamo che esprimere preoccupazione e sconcerto. Preoccupazione per le prospettive di un investimento che nemmeno il riconoscimento ministeriale di opera di interesse strategico ha ad oggi salvato dal tracollo, in quanto occorreranno almeno quindici anni per recuperare le ingentissime risorse spese a fronte di un mercato in strutturale crisi in cui prezzi e consumi sono crollati.

Sconcerto perchè presupponiamo, a meno che non vi siano accordi a noi non noti, che le relazioni tra i due soggetti all’ìnterno di Olt siano destinate quantomeno a deteriorarsi.

Chiediamo pertanto al Presidente Profumo e al nuovo Ad Bianco di relazionare puntualmente sul tema nella prossima Assemblea dei Soci.

*Gruppo Interprov. Piccoli Azionisti

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *