Crac Cmr, sedi e cantieri in vendita: un mese per partecipare alla gara
Sicrea Group ha già annunciato un’offerta

22/1/2016 – C’è tempo un mese da oggi, scadenza 22 febbraio, per presentare offerte per l’acquisto di quanto resta della Cmr-Cooperativa Muratori Reggiolo, la prima delle grandi coop di costruzioni reggiane affondate sotto un carico insostenibile di debiti (e con il dramma di duemila famiglie che hanno perso il prestito sociale, risarcite sino ad oggi del 40% dal sistema Legacoop). Ieri il tribunale fallimentare di Reggio Emilia, in vista della scadenza del contratto d’affitto con Sicrea Group ha pubblicato sul sito www.fallimentireggioemilia.com l’Avviso di vendita del ramo d’azienda e dei beni immobili firmato dal Giudice delegato Virgilio Notari e dal Liquidatore giudiziale Edi Bertolini.

Sicrea, il gruppo non-cooperativo guidato da Luca Bosi che ha in affitto la Cmr da quattro anni a un canone di centomila euro/anno, ha già “manifestato una offerta irrevocabile di acquisto“.  Dovrà vedersela con eventuali altri concorrenti, ma di certo l’asta non andrà deserta. Il prezzo base complessivo è di  4.971.734,00 euro.

Ma la gara contempla anche la possibilità di vendita in due lotti: le sedi storiche di Reggiolo in via Di Vittorio  e di Castellarano in via Tiziano n°12 al prezzo base di 3.961.000 euro e,separatamente, del ramo d’azienda comprendente, cantieri, contratti, rapporti di lavoro, beni mobili, brevetti e marchi al prezzo base di  1.010.734 euro.

Evidente che a Sicrea interessa soprattutto questo secondo lotto dal quale dipende anche la sorte di cento lavoratori non ancora stabilizzati nel nuovo gruppo in cui è confluito il monte lavori delle cooperative liquidate o in concordato (Cmr, Orion, Cdc di Modena, San Possidonio e Mecoop di Boretto). Fra l’altro, potrebbe acquisire il ramo d’azienda a soli seicentomila euro, tenendo conto che dalla cifra base verrebbero sottratti i 400 mila euro di canone pagati sino ad oggi.

L’AVVISO DI VENDITA DEI BENI CMR

TRIBUNALE DI REGGIO EMILIA

Sezione Fallimentare

Giudice Delegato Dott. Virgilio Notari

Liquidatore Giudiziale Dott.ssa Edi Bertolini

***

Procedura di concordato preventivo n. 3/12 – Cooperativa Muratori Reggiolo Società Cooperativa, con sede in Reggiolo (RE), codice fiscale e partita Iva 00124610353

***

AVVISO DI VENDITA

Di RAMO DI AZIENDA e di BENI IMMOBILI a servizio dell’Azienda

Il Liquidatore Giudiziale della procedura procede alla vendita del ramo d’azienda e delle unità immobiliari di proprietà della società a servizio della medesima, operante nel settore delle costruzioni pubbliche e private.

Ogni interessato dovrà formulare proposta irrevocabile ed incondizionata per un periodo non inferiore a 60 (sessanta) giorni con apposita istanza da depositare in busta chiusa (recante la dicitura:

 

VENDITA COOPERATIVA MURATORI REGGIOLO RAMO AZIENDALE) presso lo studio della sottoscritta in Reggio Emilia, via Che Guevara n.2 entro le h.12 del giorno 22 febbraio 2016, indicando il prezzo offerto ed allegando i documenti richiesti in originale e/o in autocertificazione valida ai sensi di legge (come indicato nelle condizioni generali).

Si specifica che attualmente l’attività di azienda è svolta dalla società “SICREA S.p.A.” che in forza di contratto di affitto di ramo di azienda ha gestito l’attività di costruzioni della società in concordato preventivo. La società affittuaria ha versato canoni di affitto di ramo di azienda che sono da computare in conto prezzo in caso di aggiudicazione del ramo di azienda e beneficia del diritto di prelazione a parità di offerta sia del ramo di azienda comprensivo del complesso immobiliare.

La società “SICREA S.p.A.” ha manifestato una offerta irrevocabile di acquisto e che depositerà entro il termine sopra indicato osservando le modalità indicate nelle condizioni di vendita.

In caso di aggiudicazione a soggetto terzo diverso dall’affittuaria, è previsto il subentro nei contratti di lavoro ex art.2112 C.C. con gli attuali dipendenti trasferiti da C.M.R. in forza presso la società affittuaria “SICREA S.p.A.”. Le eventuali opere di miglioria apportate dalla società affittuaria dovranno essere pagate da un eventuale terzo aggiudicatario direttamente alla società affittuaria medesima.

In caso di aggiudicazione del compendio immobiliare a soggetto diverso dall’aggiudicatario del ramo di azienda, si specifica che la società “SICREA S.p.A.” (o diverso aggiudicatario) dovrà lasciare i locali senza dover versare o pretendere alcun indennizzo dall’aggiudicatario dei beni immobili; potrà stipulare contratto di locazione, a discrezione della proprietà.

In caso di vendita separata dell’azienda e prima della vendita dell’immobile, l’aggiudicatario del ramo di azienda potrà occupare l’immobile ancora di proprietà di C.M.R. versando una indennità di occupazione pari a 6.000,00 Euro mensili, ma con obbligo di rilascio entro 90 giorni dall’atto di trasferimento a terzi del bene immobile (senza maturare alcun diritto a titolo di indennizzo e/o risarcimento).

In caso di vendita separata delle unità immobiliari e prima della vendita del ramo di azienda produttivo, l’aggiudicatario dell’immobile potrà stipulare contratto di locazione immobiliare o pretendere la liberazione dei locali entro 90 (novanta) giorni dall’atto di trasferimento (come meglio specificato nelle condizioni generali di vendita).

La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano i beni, con esonero della procedura da ogni responsabilità a garanzia per vizi e difetti. Le spese notarili, fiscali ed amministrative sono a carico dell’aggiudicatario. Il Notaio del distretto di Reggio Emilia che stipulerà l’atto pubblico di vendita sarà scelto dall’aggiudicatario (in mancanza è designato dal Liquidatore Giudiziale, come indicato nelle condizioni generali di vendita).

L’offerta di acquisto può avvenire

 

alternativamente nel seguente modo:

Opzione A)

: Vendita ramo di azienda costituita da beni mobili proprietari, beni mobili in godimento, beni immobili a servizio della Azienda, brevetti ed altri segni distintivi, contratti in corso, rapporti di lavoro subordinato, prezzo base euro 4.971.734,00, pari alla somma dei valori sotto indicati alle Opzioni B) e C);

Opzione B)

: Vendita compendi immobiliari siti in Reggiolo (RE) via G. di Vittorio n°2, angolo via Grandi n°1 e Castellarano, via Tiziano n°12, prezzo base euro 3.961.000,00 (come da perizia visibile sul sito www.fallimentireggioemilia.com, sezione Data Room);

Opzione C)

: Vendita ramo di azienda di cui sub A) con esclusione dei beni immobili a servizio della azienda di cui sub B) al prezzo complessivo di euro 1.010.734,00 (come da perizia visibile sul sito www.fallimentireggioemilia.com, sezione Data Room al netto di fondo svalutazione di euro 632.867,00).

In caso di offerte plurime si specifica che avranno titolo preferenziale le offerte di cui alla lettera A) ossia per l’acquisto congiunto di entrambi i lotti. Si procederà all’aggiudicazione provvisoria con possibilità di formulazione di ulteriore offerta irrevocabile migliorativa ai sensi dell’art.107 L.F., da comunicare via PEC all’indirizzo del fallimento:

 

[email protected]

Pena l’inammissibilità della domanda, gli interessati dovranno versare a titolo di deposito cauzionale infruttifero -entro il medesimo termine del 22 febbraio 2016 – una somma pari al 10% del prezzo offerto con assegni circolari non trasferibili o con bonifico bancario sul conto corrente intestato al “C.M.R. S.C. in concordato preventivo”. Il deposito cauzionale infruttifero sarà rimesso -ad ultimazione della procedura di assegnazione- nell’immediata disponibilità di ciascun intervenuto che non si aggiudicherà i lotti come sopra individuati. L’importo della cauzione sarà trattenuto dalla procedura in caso di aggiudicazione e successivo mancato versamento del saldo prezzo per causa non imputabile al Concordato.

Il Liquidatore Giudiziale procederà all’apertura delle buste in data 23 febbraio 2016 innanzi un Notaio del distretto di Reggio Emilia che sarà scelto dal Liquidatore Giudiziale. Entro e non oltre il successivo termine di sette giorni verrà data comunicazione delle risultanze mediante raccomandata a.r., fax o e-mail PEC all’offerente che sarà risultato quale aggiudicatario provvisorio.

E’ facoltà del Liquidatore Giudiziale sospendere la vendita in qualsiasi momento senza dover indicare alcuna motivazione.

Nel caso in cui non pervengano offerte entro il termine stabilito, sarà a discrezione del Liquidatore Giudiziale l’accettazione o meno dell’offerta di acquisto presentata da “SICREA S.p.A.”, anche per il solo ramo di azienda. In tal caso, verrà formulato ulteriore avviso di vendita con prezzo base pari all’offerta espressa da “SICREA S.p.A.”.

Tutte le istanze presentate saranno messe nella disponibilità degli interessati, per la visione presso la Cancelleria Fallimentare ex art.107 L.F.

Ai sensi dell’art.108 L.F. il Giudice Delegato può sospendere le operazioni di vendita.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *