Corte dei miracoli a Reggio Undici persone ammassate in un appartamento della zona di via Adua: pakistano e reggiano nei guai

9/1/2016 – Non c’è niente da fare: un pezzo di Reggio Emilia continua ad  assomigliare a una corte dei miracoli. Questa volta la Polizia ha scoperto che ben undici immigrati pakistani vivevano ammassati in un piccolo appartamento affittato da un loro conterraneo  nella zona di via Adua affittato.

Gli uomini della Questura sono intervenuti in via Cassala per le segnalazioni dei cittadini un insolito via vai di cittadini stranieri al civico 4 della laterale di via Adua. La casa era condivisa da ben tre famiglie: ogni occupante pagava dai 50 ai 90 euro al mese. Tutti quanti comunque sono in regola con il permesso di soggiorno.

Il pakistano che subaffittava i giacigli è stato multato per non aver segnalato alla Questura la presenza di tutte quelle persone.  Dovrà fornire spiegazioni anche il proprietario dell’appartamento, un reggiano, che non sapeva o forse faceva finta di non sapere.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. sai la novità?.. Rispondi

    10/01/2016 alle 15:52

    Già tren’anni fa per i ‘compagnucci’ era assolutamente lecito e nessuno mai li ha ostacolati.
    Quindi?
    Non mi pare che oggi sia cambiato qualcosa…anzi si proibiscono pure le manifestazioni…
    Fottetevi porci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *