Ciclone ‘ndrangheta a Brescello: il sindaco Coffrini getta la spugna e si dimette

22/1/2016 – Marcello Coffrini ha deciso: si dimette da sindaco di Brescello. La decisione, come anticipato da Reggio Report,  è maturata oggi dopo un consulto telefonico col segretario del partito Andrea Costa e col presidente della Provincia Giammaria Manghi (che è anche presidente dell’Unione dei comuni Bassa Reggiana, di Coffrini è assessore). A meno di ripensamenti, le dimissioni saranno formalizzate la prossima settimana. A quel punto decadrà il consiglio comunale, il Prefetto nominerà un commissario e saranno convocate le elezioni anticipate, probabilmente nel turno di primavera.

La foto del ministro Delrio insieme al sindaco di Brescello Marcellpo Coffrini pubblicata sul blog di Beppe Grillo

La foto del ministro Delrio insieme al sindaco di Brescello Marcello Coffrini pubblicata sul blog di Beppe Grillo

Interpellato da Teletricolore, Coffrini oltre a confermare la decisione di dimettersi , ha detto di “non poterne più” di una via Crucis durata 16 mesi. Ha invece negato di aver parlato col governatore Bonaccini, che era oggi a Castelnovo Monti. Tuttavia, alle dimissioni non sarebbe estraneo l’incidente occorsoin campagna tre giorni fa a Ermes Coffrini, padre di Marcello, per il quale si è reso necessario il ricovero in un ospedale del mantovano.E’ chiaro che il sindaco dovrà far fronte ai numerosi impegni dello studio legale coffrini, e al tempo stesso stare vicino al padre sino alla guarigione.

Dunque, alla fine l’ha spuntata il segretario provinciale del Pd Andrea Costa,  che ha rischiato lui stesso di doversi dimettere di fronte allo schiaffo politico dei suoi consiglieri brescellesi che hanno confermato la maggioranza a Coffrini. Ma il caso era diventato troppo “caldo” con un attacco dei Cinque Stelle a livello nazionale, che dagiorni stanno coinvolgendo il ministro Delrio nell’affaire Coffrini.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *