Coffrini è anche assessore dell’Unione Bassa Reggiana: le opposizioni chiedono a Manghi di mandarlo a casa

20/1/2016Marcello Coffrini non è solo sindaco di Brescello: è anche assessore dell’Unione dei Comuni Bassa Reggiana con delega di primo piano, quella al territorio e allo sviluppo economico. Così i consiglieri di opposizione di “alternativa per l’Unione” Cristina Fantinati (capogruppo), Vincenzo Iafrate e Lorenzo Foscato chiedono a Giammaria Manghi (presidente dell’Unione oltre che sindaco di Poviglio e presidente della Provincia) di presentare una relazione sull’operato di Coffrini e soprattutto di sfiduciarlo, sollevandolo dall’incarico.

Cristina Fantinati

Cristina Fantinati

“Abbiamo appreso dai media locali e nazionali della conclusione del lavoro della commissione che doveva  valutare eventuali infiltrazioni mafiose nel Comune di Brescello – scrivono Fantinati, Iafrate e Foscato – abbiamo letto vari comunicati e commenti dai quali si evince che a Brescello vi sarebbero state interferenze, condizionamenti e forzature  da parte della criminalità organizzata nell’operato del Comune e pertanto, è molto probabile che ci sarà la richiesta di scioglimento del Consiglio Comunale per infiltrazioni mafiose.

Abbiamo letto le dichiarazioni del Sindaco di Castelnovo Monti Enrico Bini che ha attaccato duramente il PD per i tentennamenti e la mancata sfiducia al Sindaco Coffrini già dal 2014.

Abbiamo letto le dichiarazioni di Beppe Grillo che ha attaccato duramente il Sindaco Coffrini chiedendone le dimissioni e la segreteria provinciale del PD per l’atteggiamento altalenante e non chiaro.

Abbiamo letto le tante e diverse dichiarazioni del Sindaco Costa, in qualità di segretario provinciale del PD, che prima dichiara la fiducia nell’operato della Magistratura senza dimissionare Coffrini  e poi sente improvvisamente la necessità di sfiduciare il Sindaco di Brescello, intimando ai consiglieri di maggioranza del PD di fargli mancare la fiducia in Consiglio Comunale. (operazione che sembra non del tutto riuscita…)

Il Sindaco Costa chiede a Coffrini le dimissioni urgenti ed inevitabili a causa delle sue gravissime affermazioni (fatte peraltro un anno fa) sul boss Grande Aracri;   inoltre gli chiede di dimettersi perché lo giudica non più in grado di rappresentare il paese con l’autorevolezza necessaria, per permettere al Comune di Brescello una fase nuova, scevra da dubbi e da incertezze, per far partire una più incisiva lotta alla ‘ndrangheta.

Forse non tutti sanno che i Sindaci degli otto comuni dell’Unione Bassa Reggiana sono gli Assessori della Giunta dell’Unione stessa, che si riuniscono con cadenza settimanale da quasi due anni per decidere in merito a provvedimenti, atti, lavori, contratti, servizi, assunzioni, con impegni di spesa notevoli: l’Unione Bassa Reggiana  infatti gestisce a bilancio direttamente e indirettamente oltre 30 milioni di euro all’anno di soldi pubblici e ha un organico di ben 137 dipendenti e, in particolare, le decisioni vengono prese secondo le deleghe attribuite ai Sindaci

  • il Sindaco Manghi ha la delega a scuola e cultura
  • il Sindaco Carletti ha la delega all’ambiente
  • il Sindaco Gazza ha la delega all’welfare
  • il Sindaco Verona ha la delega a sanità e sicurezza
  • il Sindaco Angeli ha la delega a marketing e comunicazione
  • il Sindaco Costa ha la delega a bilancio e personale
  • il Sindaco Bergamini ha la delega alla protezione civile
  • il Sindaco Coffrini ha la delega a territorio e sviluppo economico

“Per tutti questi motivi, abbiamo depositato una interpellanza indirizzata al Presidente dell’Unione Manghi  per chiedergli di relazionare sull’operato del Sindaco Coffrini in qualità di Assessore della Giunta dell’Unione in questi quasi due anni di consigliatura, quale sia stato il comportamento del Sindaco Coffrini all’interno della Giunta, quali decisioni,provvedimenti,  atti, lavori, contratti, servizi, assunzioni e impegni di spesa il Sindaco Coffrini abbia preso,  in particolare sulle sue deleghe (politiche territoriali e sviluppo economico), se le decisioni prese in Giunta siano state collegiali, condivise o autonome, in tal caso, che grado di autonomia ha avuto il Sindaco Coffrini nel prendere tali decisioni, e infine

  • se si intenda, così come il Sindaco Costa ha dichiarato pubblicamente,  sfiduciare per coerenza e di conseguenza il Sindaco Coffrini anche nel suo ruolo di Assessore della Giunta dell’Unione Bassa Reggiana che attivamente partecipa, vota e decide su atti che riguardano gli otto comuni dell’Unione, Comune di Brescello compreso.

 

Be Sociable, Share!