Castellarano, saccheggiata l’auto del parroco: denunciati due africani. I Carabinieri recuperano ostie, olio santo e paramenti sacerdotali

 
12/1/2016 – Sono entrati nell’area dell’oratorio Don Bosco  di Castellarano e dopo aver infranto a sassate i finestrini dell’auto del parroco, l’hanno letteralmente saccheggiata portando via  un computer  portatile Apple, un iPad Apple, un amplificatore, un videoproiettore e soprattutto senza trascurare paramenti sacerdotali, oggetti per la celebrazione della messa e unzione infermi nonché un contenitore con ostie e testi religiosi. Un colpo da circa 6.000 euro, che per gli oggetti sacri portati via ha fatto pensare anche al mercato clandestino che alimenta il modo dei satanisti e delle messe nere. 

Ma questo è un aspetto su cui ancora si indaga: il furto ai danni del parroco intanto è stato risolto in poche ore da i Carabinieri di Castellarano, che hanno individuato i responsabili e hanno recuperato buona parte della refurtiva. Con l’accusa di concorso in furto aggravato i Carabinieri hanno denunciato alla Procura reggiana due nordafricani di 30 e 26 anni domiciliati nella cittadina. 
il danneggiamento della macchina e ik furto del materiale informatico, dei paramenti e delle ostie per la messa sono avvenuti intorno alle 22 di sabato 9 gennaio.  Ma le immagini della video sorveglianza, oltre a permettere di ricostruire la dinamica del furto, hanno immortalato con chiarezza i due ladri uno dei quali,  il 26enne, nota conoscenza dei Carabinieri del paese, veniva  subito identificato: nella sua abitazione i militari hanno trovato il videoproiettore e l’amplificatore rubati poco prima. Poi, oltre a identificare l’altro compkice, hanno recuperato i  paramenti sacerdotali, gli oggetti per la celebrazione della messa e l’unzione degli infermi infermi nonché un contenitore con ostie e testi religiosi. All’appello mancano il computer portatile e l’ipad: l’ipotesi dei carabinieri è che possano essere stati venduti immediatamente dopo il furto a  ricettatori compiacenti che gli stessi Carabinieri di Castellarano stanno cercando di identificare. 

 
 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *