Bilancio in utile, 39 alloggi assegnati, nuovi interventi in corso: la cooperativa di abitanti Andria si bacia i gomiti

20/1/2016 – Nel primo Consiglio di amministrazione di gennaio 2016 la Cooperativa di abitanti Andria ha preso in esame il dato di preconsuntivo 2015, che prevede un piccolo ma significato utile di bilancio. Il Consiglio di Andria esprime soddisfazione per l’importante risultato conseguito, che conferma la solidità economica e patrimoniale della cooperativa. Il risultato è particolarmente apprezzabile anche alla luce delle difficoltà che persistono nel mercato delle costruzioni.

Nel corso del 2015 sono state sottoscritte 33 prenotazioni di alloggi. Sono stati completati alcuni interventi (Bagnolo in Piano e San Martino in Rio) che hanno permesso alle famiglie di disporre di nuove abitazioni con prestazioni energetiche e confort di alta qualità. In particolare le giovani coppie hanno conquistato questo importante traguardo anche grazie al buono casa regionale. Complessivamente sono stati stipulati 39 rogiti di assegnazione di alloggi ai soci.

Il risultato in utile, i conti in equilibrio, la buona dotazione patrimoniale, permettono ad Andria, in una fase congiunturale problematica, di portare avanti i progetti innovativi sui quali da sempre lavora con grande passione e dedizione, aderendo alla richieste delle famiglie, alle necessità dei giovani, ai bisogni di “qualità del vivere” che sono alla base dei desideri di chi aspira alla casa in proprietà.

Inoltre il Consiglio ha espresso una valutazione positiva per tutte le attività di integrazione sociale e di qualificazione dell’abitare realizzate da Andria e che sono il risultato di una politica sviluppata nel tempo dalla cooperativa. Sono state messi a disposizione delle comunità 50 appartamenti assegnati ad affitti sociali, sei scuole per l’infanzia, gestite dalla cooperativa sociale “Argento Vivo”, che offre un qualificato e apprezzato servizio a circa 400 bambini e impiega, in queste scuole, 60 addette e addetti. E’ stata messa a disposizione con un affitto agevolato la sede della cooperativa sociale “Il Bucaneve”, che si occupa dell’inserimento lavorativo dei giovani diversamente abili e ha concesso in comodato alla Fondazione “Dopo di Noi” di Correggio l’appartamento dove quest’ultima svolge i propri servizi di accoglienza ai ragazzi disabili. La cooperativa ha realizzato anche una struttura sociale “l’Officina dei Coriandoli”, ove vengono svolte, dalle associazione del volontariato o da gruppi organizzati, feste e/o momenti aggregativi.

Per quel che riguarda la realizzazione di abitazioni si è dato avvio, o si stanno allestendo, quattro nuovi interventi: a Novellara (Quartiere Armonia), Bagnolo in Piano (Quartiere Selvabella), Correggio (via 4 Giornate di Napoli), Correggio (via Conventino). Tutte aree inserite in strumenti urbanisti attivi, con la particolarità che l’intervento di via 4 Giornate di Napoli avviene in una zona di recupero e riqualificazione urbana.

I quartieri di Novellara e Bagnolo in Piano hanno riscosso negli anni un notevole interesse e le abitazioni realizzate sono state pressoché tutte prenotate. Anche i due nuovi piccoli interventi di Correggio stanno riscuotendo un notevole gradimento. Infatti cinque famiglie su otto abitazioni in costruzione hanno già prenotato l’intervento divVia 4 Giornate di Napoli.

In questi giorni i centri di ricerca e statistica italiani Censis, Nomisma e Cresme hanno posto l’accento sui dati del mercato immobiliare che risulta in ripresa nell’indice delle compravendite e nella fiducia della gente. “Anche dal nostro piccolo osservatorio – spiegano ad Andria – notiamo che qualcosa di nuovo sta avvenendo nel mercato delle costruzioni. Forse, come ha ipotizzato il Cresme, è il “7° ciclo immobiliare” che ha preso avvio. E’ comunque positivo che si avverta lo spirare di un vento nuovo”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *