“Spese pazze” in Regione: il ministro Delrio citato come teste nel processo a 13 ex-consiglieri Pd

 17/12/2015 -Il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio sarà chiamato a testimoniare nel processo per le cosiddette “spese” pazze del Consiglio regionale. Insieme a lui, il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini e il viceministro del Psi Riccardo Nencini, oltre al presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini (da oggi anche presidente della Conferenza delle regioni) e al sindaco di Torino e presidente Anci Piero Fassino. Figurano tutti fra gli oltre cento testimoni a discarico citati dalle difese dei 3 ex consiglieri regionali del Pd, imputati per peculato nel processo di Bologna. Delrio è stato citato come teste dalla difesa dell’ex consigliere reggiano Beppe Pagani.

Il ministro ed ex sindaco di Reggio Emilia, Graziano Delrio

Il ministro ed ex sindaco di Reggio Emilia, Graziano Delrio

Nella prossima udienza i giudici decideranno quali testimonianze ammettere all’istruttoria.

Continuano intanto a circolare voci sulla rottura, vera o presunta, tra Delrio e il premier Renzi. Voci suffragate dalla quasi totale assenza dell’area Delrio  registrata alla Leopolda, pur con le notevoli eccezioni dello stesso ministro e di Ottavia Soncini, la giovane consigliere regionale reggiana a fianco di Matteo Renzi nel corso della convention.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *