Roberta Rivi candidata presidente della Bonifica Emilia Centrale: listone di 12 associazioni di Reggio e Modena

3/12/2015 – E’ Roberta Rivi, già assessore provinciale all’agricoltura a Reggio Emilia, il candidato alla presidenza del Consorzio della Bonifica dell’Emilia centrale (coinvolte le province di Reggio Emilia e Modena) attorno al quale si è realizzata una delle più imponenti convergenze fra associazioni imprenditoriali degli ultimi anni.
Per le elezioni del nuovo Consiglio di amministrazione dell’ente di bonifica – in programma domenica 13 dicembre – 10 associazioni d’impresa e quelle più rappresentative dei cittadini chiamati al voto scendono infatti in campo con la lista unica “Terracqua”, ventuno nomi di imprenditori del mondo agricolo, artigianale, del commercio, dell’industria e della cooperazione tra i quali spicca proprio quello di Roberta Rivi, candidato alla presidenza.

Roberta Rivi

Roberta Rivi

TerrAcqua” è il frutto del percorso unitario realizzato tra tutte le organizzazione di Agrinsieme (Cia, Confagricoltura, Copagri, Fedagri/Confcooperative e Legacoop agroalimentare), l’Associazione piccoli proprietari immobiliari (Asppi), CNA, Confcommercio, Confesercenti, Unindustria, Confcooperative e Legacoop in vista del rinnovo degli organi della Bonifica.
“Una lista unica delle due province – sottolineano le organizzazioni che fianco a fianco sostengono “TerrAcqua” – che corrisponde al comune intento di valorizzare e rilanciare il ruolo del Consorzio di bonifica come realtà di servizio strategica per tutte le imprese e i cittadini e, proprio per questo, gestita da tutti i portatori di interesse in modo collegiale, competente e trasparente”.
Sostenuto dal contributo di oltre 280.000 utenti nelle province di Reggio Emilia e Modena, “il Consorzio di bonifica – proseguono le associazioni – svolge compiti di straordinaria importanza non solo nel campo della distribuzione delle acque superficiali destinate all’irrigazione, ma più ampiamente su tutti i versanti che riguardano la difesa del suolo e la sicurezza del territorio, con interventi sulla regolazione dei torrenti, delle fasi di piena e di secca dei fiumi, dei movimenti franosi”.
“Un lavoro – osservano le 10 associazioni – che richiede una rappresentatività correlata agli interessi in campo e forti competenze, perchè tocca direttamente la vita di quelle decine di migliaia di imprese e di cittadini che le nostre organizzazioni hanno scelto di rappresentare insieme proprio alla luce dell’incidenza delle attività della Bonifica sia sulle dinamiche imprenditoriali che sulla vita quotidiana delle famiglie”.
“Uno dei primari obiettivi della bonifica – sottolinea la candidata alla presidenza del Consorzio, Roberta Rivi – deve essere proprio quello di coinvolgere maggiormente tutti questi soggetti nella gestione del Consorzio di bonifica e nelle attività che è chiamato a svolgere, perchè è evidente che in materia di sicurezza e difesa del suolo è fondamentale far crescere una più forte cultura della responsabilità e della partecipazione”.
“A fronte della delicatezza dei servizi erogati, delle emergenze che si vanno via via moltiplicando, ma anche dell’importante lavoro di valorizzazione del patrimonio culturale architettonico e naturalistico di bonifica – prosegue Roberta Rivi – è più che mai necessario evitare che la Bonifica venga vissuta come puro “esattore” di tributi e si configuri, invece, come reale strumento di sviluppo economico per il sistema imprenditoriale e punto di riferimento – nell’ascolto, innanzitutto – per le istanze dei cittadini”.
I candidati della lista “TerrAcqua” sono Giorgio Affanni (coltivatore diretto), Arianna Alberici (coltivatrice diretta), Roberto Andreoli (imprenditore agricolo), Marcello Bonvicini (imprenditore agricolo, amministratore cooperativo), Giuseppe Carini (imprenditore agricolo), Giorgio Catellani (presidente latteria sociale), Francesco Chiletti (rappresentante piccoli proprietari immobiliari), Dario Domenichini (commerciante), Giorgio Francia (artigiano), Alessandro Grande (dirigente del commercio), Giuseppe Grasselli (coltivatore diretto), Filippo Gazza (imprenditore industriale), Paolo Giovanetti (coltivatore diretto, amministratore cantina sociale), Giorgio Lugli (artigiano), Giovanni Mazzocchi (coltivatore diretto), Lorenzo Pinetti (presidente latteria sociale), Roberta Rivi (dirigente agricoltura, candidata alla presidenza), Ennio Sgarbi (coltivatore diretto), Gabriele Strucchi (amministratore cooperativa agricola), Silvia Tarabelloni (coltivatrice diretta), Francesco Villani (coltivatore diretto, amministratore cantina sociale).
L’appuntamento con il voto per il rinnovo del Consiglio di amministrazione del Consorzio di bonifica dell’Emilia centrale è fissato, come si è detto, per domenica 13 dicembre dalle 8,00 alle 18,00 in 27 seggi tra le province di Reggio Emilia e Modena.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *