Gualtieri: rapinano kebab, pestano il titolare e affrontano i Carabinieri con un coltello. In manette tunisino e ragazzo di Cadelbosco

22/12/2015 – Brutale rapina in un kebab di Gualtieri. Alle 4 di questa mattina due malfattori hanno fatto irruzione  nello Younis Kebab armati di un coltello a farfalla e di cocci di bottiglia: dopo aver infranto la vetrata del negozio hanno minacciato e riempito di botte il titolare, che effettuava le operazioni di chiusura dell’esercizio. L’uomo a un certo punto è riuscito a divincolarsi e a fuggire nel retrobottega, e ciò ha permesso ai carabinieri di intervenire tempestivamente e arrestare i due. In manette per concorso in rapina aggravata Bilel DHAYA, cittadino tunisino di 22 anni residente a Castelnovo Sotto e Andrea VINCI, 20 anni di Cadelbosco Sopra che è anche accusato di resistenza a Pubblico Ufficiale e porto abusivo di armi per il possesso di un coltello a farfalla sequestrato dai Carabinieri. Sul posto due pattuglie di Gualtieri e di Boretto.

I rapinatori avevano minacciato il commerciante con il coltello, poi sequestrato, e dei cocci di bottiglia acuminati, per farsi consegnare l’incasso. Il commerciante ha tergiversato e loro per tutta risposta lo hanno picchiato, buttando all’aria alcuni arredi e gettando  per terra delle bottiglie di vetro.  La vittima però riusciva a liberarsi dagli aggressori, che a quel punto arraffavano cinquecento euro dalla cassa e si davano alla fuga.

Ma i  Carabineri li hanno intercettati poco distante, riuscendo a disarmare Andrea Vinci, che aveva già estratto il coltello a farfalla e lo puntava contro i militari minacciandoli di morte, e a bloccare anche il complice.

 

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *