Ferrovia Reggio-Guastalla, “situazione gravissima”. Treni in ritardo 14 giorni al mese
Federconsumatori guida la rivolta dei pendolari

5/12/2015 – Pendolari in rivolta per i disservizi sulla linea ferroviaria Tper Reggio-Guastalla. Federconsumatori reggio Emilia  denuncia una “situazione gravissima” E annuncia un’assemblea per ilgiorno 15 nella sala civica del comune di Novellara, per definire un piano di azioni. La media dei ritardi è di circa 14 giorni al mese.

“I disagi, i ritardi, le corse saltate, la totale inaffidabilità, le porte che non si aprono, la mancanza di soluzioni alternative -sottolinea l’associazione – stanno creando un danno talmente grave che non permette agli studenti di poter accedere allo studio serenamente e ai lavoratori pendolari impedisce di poter lavorare e rispettare gli orari”.

 Inoltre “i ragazzi e le ragazze non riescono a poter svolgere le verifiche alla prime ore e questo, tra l’altro, penalizza l’intera classe”.

“Tutti questi problemi sono stati segnalati all’assessore da Presidente di Federconsumatori Reggio Emilia Giovanni Trisolini, da alcuni genitori membri del comitato pendolari e dal responsabile nazionale per i trasporti in federconsumatori Giuseppe Poli. l’Assessore però non ha dato certezze sui tempi di risoluzione dei problemi, per assicurando il massimo impegno”.

Perciò “Federconsumatori, insieme al comitato pendolari, ha organizzato per il 15/1/2016 c/o sala civica comune di Novellara ore 18:00 un incontro per decidere come intervenire e come proseguire l’azione avviata in questi giorni. Sono invitati i sindaci di Guastalla, Novellara e Bagnolo”.

A ciò bisogna aggiungere che i treni della linea di Guastalla collegano anche la stazione storica di Reggio Emilia alla stazione Av di Mancasale, e la puntualità o fondamentale per i servizi di interscambio.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *