Fellegara, dove nacquero i CCCP “Fedeli alla linea”. Alla Panizzi il libro di Toni Contiero Con GLF, Zamboni, Bertini e Ballotta

17/12/2015 – Venerdì 18 dicembre alle ore 17.30 alla biblioteca Panizzi di Reggio Emilia  si chiude la rassegna delle iniziative in sala del Planisfero con la presentazione del libro “Fellegara. Dove sono nati i CCCP Fedeli alla Linea” a cura di Toni Contiero insieme ai CCCP (NFC Edizion, 2015). Interverranno, insieme a Toni Contiero, Giovanni Ferretti, Massimo Zamboni, Stefano Bertini e Alberto Ballotta.

La copertina di "Fellegara - dove sono nati i CCCP_Fedeli alla linea"

La copertina di “Fellegara – dove sono nati i CCCP_Fedeli alla linea”

 I CCCP Fedeli alla linea, originari di Reggio Emilia, sono stati un gruppo musicale punk rock italiano, ampiamente considerato uno dei più importanti e influenti nell’Italia degli anni ottanta e conosciuti in tutto il mondo. Autodefinitosi un gruppo di “musica melodica emiliana” e di “punk filo-sovietico”, nacquero nel 1982 a Berlino, dall’incontro tra il chitarrista Massimo Zamboni ed il futuro cantante/leader della band Giovanni

Lindo Ferretti e si sciolsero in Italia nel 1990, in contemporanea alla crisi della stessa Unione Sovietica, dopo aver incluso nel gruppo alcuni ex componenti dei Litfiba.

 Il libro riunisce per la prima volta dopo venticinque anni tutti i protagonisti del gruppo e alcuni dei primi fan, che a vario titolo hanno frequentato il luogo dove i CCCP fedeli alla Linea sono di fatto nati insieme a brani come Emilia Paranoica, di cui per la prima volta Giovanni Lindo Ferretti narra la genesi. Oltre ad essere la casa di Giovanni e di Maria Grazia Guidetti, nel casale c’era la sala prove dei CCCP. A Fellegara nacque la musica e l’estetica punk emiliana del gruppo, con il contributo di Annarella, di Eleonora Calestani, di Benedetto Valdesalici e di tutti coloro che resero viva l’esperienza unica di quel luogo sperduto tra le brume reggiane. Il libro raccoglie testi e molte foto inedite di quell’epoca, amalgamati in puro stile punk costruttivista sovietico dalla grafica di Toni Contiero con i contributi di tutto il nucleo storico dei CCCP Fedeli alla Linea: Giovanni Lindo Ferretti, Massimo Zamboni, Annarella Giudici, Umberto Negri, Zeo Giudici insieme agli amici Maria Grazia Guidetti, Benedetto Valdesalici, Francesca Costa, Corrado Costa,

Eleonora Calestani, Silvia Bonvicini

 L’autore

Toni Contiero è un fotografo, scrittore e poeta italiano. Ha iniziato con Frigidaire e le riviste d’avanguardia The Face e El Vibora, amico di Luigi Ghirri, si occupa di fotografia sperimentale. Ha collaborato con numerosi musicisti tra cui CCCP Fedeli alla Linea,

Franco Battiato, Gianni Maroccolo, Andrea Chimenti e scrittori del calibro di Pier Vittorio Tondelli, Corrado Costa e Manlio Sgalambro.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Come dimenticare? Rispondi

    19/12/2015 alle 12:39

    Impossibile dimenticare.
    La memoria dei testi, la memoria del sound, la memoria della forza uguale e contraria.
    Ciao Giovanni (ti voglio tanto Bene)
    GG

Rispondi a Come dimenticare? Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *