Cani maltrattati, denunciata allevatrice di Correggio. I Carabinieri sequestrano tredici cuccioli

8/12/2015 – Tredici cuccioli di varie razze (Bull Terrier, Pincher, Carlino, Volpino, Asky, Border) e 2 meticci sono stati sequestrati dai Carabinieri della Stazione di Correggio dopo un’ispezione in cui gli animali sono stati trovati imprigionati in condizioni precarie: i due meticci erano chiusi in una gabbia di plastica di un metro quadrato, senza acqua nè cibo.  All’allevatrice, una donna di 65 anni, i militari hanno contestato il reato di maltrattamento di animali, per la cui ipotesi sarà denunciata alla Procura della Repubblica di Reggio Emilia.

Il blitz operato lunedì mattina dai Carabinieri e dal personale del servizio veterinario dell’Ausl di Reggio Emilia, ha fatto seguito a un esposto denuncia del deputato Paolo Bernini del Movimento 5 Stelle. Trovati i riscontri ai maltrattamenti segnalati,  in attesa dei provvedimenti della Procura reggiana, i Carabinieri di Correggio hanno proceduto al sequestro preventivo dei 13 cuccioli, ora affidati a un ente reggiano.

In particolare durante il sopralluogo è emerso che due cuccioli di colore nero, senza microchip, erano tenuti al buio, in un contenitore di plastica delle dimensioni di circa un metro quadro, in locale non idoneo (destinato a ripostiglio) senza acqua nè cibo a disposizione. Inoltre non risultano iscritti all’anagrafe canina.

­  Inoltre una decina di cuccioli di razza Bull Terrier, Pincher, Volpino, Carlino Asky e Border Collie erano custoditi in un locale in precarie condizioni igieniche e di manutenzione (soffitto sbrecciato in eternit, acqua per l’abbeveraggio sporca, feci sul pavimento). I cagnolini erano chiusi in box la cui ampiezza è stata ritenuta limitata.

Alla luce di quanto accertato i cani venivano sequestrati e l’allevatrice denunciata per il reato di maltrattamento di animali.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *