“A Reggio dilaga l’illegalità, intanto il consiglio comunale fa il ponte”
Le opposizioni denunciano una “situazione inverosimile”

3/12/2015 – Mentre esplodono i problemi di sicurezza, il consiglio comunale di Reggio Emilia va in vacanza per il ponte dell’Immacolata. La maggioranza, dopo aver impedito nell’ultima seduta la discussione sulla battaglia scatenata fra le bancarelle di San Prospero da un battaglione di venditori abusivi  ha deciso che lunedì 7 il consiglio non si riunirà: evidentemente qualcuno ha già prenotato il week end lungo. In questo immobilismo dell’organo politico cittadino,  il procuratore della Repubblica Giorgio Grandinetti è intervenuto con toni severi su quanto accaduto per San Prospero.

Una situazione che ha fatto insorgere le opposizioni con una dichiarazione unitaria firmata dai capigruppo Norberto Vaccari (Movimento 5 Stelle), Giuseppe Pagliani (Forza Italia), Cesare Bellentani (lista Magenta), Cinzia Rubertelli di Grande Reggio-Progetto Reggio e Gianluca Vinci della Lega Nord.

I capigruppo denunciano il silenzio del sindaco Vecchi in Sala del Tricolore sui fatti di San Prospero, e giudicano di “estrema gravità”   l’atteggiamento della maggioranza “di voler far finta che il problema non ci fosse, o quanto meno non fosse urgente”. “Però nello stesso consiglio- aggiungono-  si votava  a maggioranza l’urgenza sulla modifica degli orari dei bagni pubblici cittadini!”.

Inoltre denunciano che a causa dei “ponti” sono saltate le riunioni del 2 novembre, del 23 novembre e ora del 7 dicembre: “Riteniamo inverosimile – scrivono – che in una situazione del genere si continui a fare come se nulla stesse succedendo, e si continui a omettere iniziative concrete per fronteggiare situazione di illegalità”. Perciò appare “quasi irridente” l’invito ricevuto dalla presidente del consiglio comunale Emanuela Caselli, per la presentazione sabato 5 dicembre alle 5, del volume di Istoreco sulla storia del Consiglio comunale “come una bella occasione -così recita l’invito – per riaffermare – la centralità dell’Assemblea Elettiva”. Centralità sì, l’importante è che non disturbi il manovratore.

Ecco la dichiarazione congiunta diffusa dai capigruppo dell’opposizione.

Apprendiamo dalla stampa che il Procuratore della Repubblica Dr. Giorgio Grandinetti ha espresso il proprio parere circa gli incresciosi fatti del giorno di San Prospero, circa l’abusivismo e la vendita di merce contraffatta.

“Non ci si può trincerare dietro ragioni di sicurezza” afferma il Procuratore Capo “Chi ravvisa un reato e non lo segnala commette omessa denuncia”. Durante il Consiglio di lunedì 30 novembre abbiamo visto bocciare 3 ordini del giorno dell’opposizione (Lista Magenta, Movimento 5 Stelle e Forza Italia), che facevano riferimento a questo argomento.

Con questi ordini del giorno chiedevamo di trattare con urgenza il tema di una triplice illegalità: evasione fiscale, occupazione abusiva di suolo pubblico, vendita di merce contraffatta. È stato un atteggiamento di estrema gravità da parte della maggioranza voler fare finta che il problema non ci fosse, o quanto meno non fosse urgente.

Nello stesso consiglio si votava però a maggioranza l’urgenza sulla modifica degli orari dei bagni pubblici cittadini! Ci saremmo aspettati che il Sindaco di Reggio Emilia Dr. Luca Vecchi prendesse la parola per spiegare all’aula quali provvedimenti intendesse prendere di fronte a questa dilagante illegalità. Ma così non è stato… A peggiorare le cose si è deciso (con il parere contrario dell’opposizione) di non tenere consiglio comunale di Lunedì 7 dicembre.

Motivo ufficiale? Non ci sono delibere di giunta. Motivo profetico (sì, profetico)? Da settembre la maggioranza aveva deciso che il 2/11, il 23/11 e il 7/12 non ci sarebbe stato consiglio, perché c’erano “ponti”. Come capigruppo di opposizione ci eravamo dichiarati contrari a tale scelta, poiché i consigli si riuniscono oppure no non per opportunità vacanziere, ma per necessità della cittadinanza. Ma la profezia si è puntualmente avverata, il 2/11, il 23/11 e il 7/12. In una situazione del genere risulta quasi irridente l’invito ricevuto firmato dalla Presidente del Consiglio Comunale prof. Emanuela Caselli, che ci invita alla presentazione del volume di Istoreco sulla storia del Consiglio Comunale: “Vi aspetto numerosi sabato 12 dicembre alle ore 15: sarà una bella occasione per riaffermare la centralità dell’Assemblea Elettiva, riflettere sulla nostra storia e continuare a progettare il futuro della nostra città”.

Riteniamo inverosimile che in una situazione del genere si continui a fare come se nulla stesse succedendo, e si continui a omettere iniziative concrete per fronteggiare situazione di illegalità”.

I capigruppo di opposizione del Consiglio Comunale: Cesare Antonio Bellentani – Lista Civica Magenta Cinzia Rubertelli – Grande Reggio – Progetto Reggio Norberto Vaccari – Movimento 5 Stelle Giuseppe Pagliani – Forza Italia Gianluca Vinci – Lega Nord

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *