Arrestato a 17 anni: terrorizzava l’ex-fidanzatina che ne ha solo sedici

1/11/2015 – Un ragazzo di 17 anni, residente nel comprensorio ceramico reggiano, è stato raggiunto da un provvedimento restrittivo di natura cautelare, richiesto e ottenuto dalla Procura presso il Tribunale per i Minorenni di Bologna ed eseguito dai Carabinieri di Albinea che hanno hanno arrestato il ragazzo e lo hanno trasferito in una comunità del bolognese. E’ accusato del reato di atti persecutori nei confronti dell’ex fidanzatina 16enne

Secondo le accuse il giovane, nel corso di quest’anno, con una lunga serie  di reiterate condotte moleste e di minacce – sia quando era insieme alla sedicenne,s ia dopo la conclusione del rapporto su decisione dalla ex, esasperata e terrorizzata,   si è reso responsabile di una persecuzione continua nei confronti della minore. L’ha tempestata di chiamate telefoniche e di messaggi nei social network, per minacciarla e per controllarla; l’ha pedinata e si è presentato a casa sua “esercitando pressioni estese anche ai genitori della minore affinchè tornasse con lui”. E’ arrivato a entrare nella scuola frequentata da lei, per costringerla a uscire dall’aula e ad affrontarla.

Il minore è accusato di “gravi e reiterate condotte persecutorie”, dali da generare nella sedicenne  “turbamento e timore, tanto da renderle la vita impossibile e provocarle un grave stato d’ansia”.

La denuncia presentata dai genitori della ragazzina, supportata da elementi di riscontro ,ha indotto la Procura presso il Tribunale per i Minorenni a richiedere e ottenere immediatamente un provvedimento restrittivo di natura cautelare consistente nel collocamento in comunità. Ieri il provvedimento restrittivo è stato eseguito dai Carabinieri di Albinea che rintracciato il 17enne e l’hanno condotto in una comunità di Bologna.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *