Successo per “Craving-La voglia matta”, spettacolo contro le dipendenze Attori non-attori sul palco a Casalgrande

12/11/2015 – Ottima risposta di pubblico per Craving – La voglia matta, spettacolo andato in scena martedì 10 novembre presso il Teatro De André grazie all’Acat, all’Ausl di Reggio Emilia e al patrocinio del Comune di Casalgrande.

Niente attori professionisti, ma uomini e donne alla loro prima esperienza sul palcoscenico, persone affette da dipendenze, amici e familiari oppure operatori del settore legati alla Comunità Terapeutica Diurna San Lorenzo, sita a Casalgrande. L’esito è il frutto di un laboratorio di sei mesi, condotto dal regista Roberto Rocchi, che ha scelto di mettersi in gioco affrontando le nostre paure più nascoste, cogliendo il lato oscuro di ogni dipendenza. Il ricavato è stato devoluto dall’ACAT a sostegno delle attività socio-riabilitative della Comunità Terapeutica San Lorenzo.

Per l’Assessore alle politiche sociali Graziella Blengeri  “è stato uno spettacolo di grande impatto emotivo, tutt’altro che dilettantistico, anzi la presenza di non attori che vivono sulla propria pelle questo disagio ha rafforzato l’impressione di verità e reso più definito il senso ultimo dell’operazione. Da parte dell’Amministrazione un sentito grazie a tutti i soggetti coinvolti e all’Acat, che con il suo operare sta sostenendo molte persone nel loro cammino di ritorno alla normalità. E a proposito di dipendenze colgo l’occasione per ricordare che da qualche mese è attivo presso i comuni dell’Unione Tresinaro-Secchia l’Azzardo Point, un servizio che dà una mano a tutte le persone dipendenti dal gioco d’azzardo e ai loro familiari. Per informazioni: 328 8684055 e [email protected]”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *