“Siete delle merde”: la pornostar Valentina Nappi spara sul Pd e dichiara il suo amore per De Lucia . Ma è lei che pesta una tolla

 

Valentina Nappi vista da dietro

Valentina Nappi vista da dietro

4/11/2015– La pornostar Valentina Nappi si schiera con  Dario De Lucia e scaglia la parola di Cambronne contro il Partito Democratico di Reggio Emilia, reo secondo la ragazza di aver condannato la sparata del consigliere comunale contro il vescovo Camisasca, definito “propagatore di odio”, accumunato in tale giudizio alle Sentinelle in Piedi e al Forum delle Famiglie. Sul suo profilo Facebook, Nappi dà delle “merde” e dei “servi del Vaticano” al Pd, e conclude perentoria: SOSTENIAMO DE LUCIA. Il post ha già ottenuto centinaia di “mi piace”.

Valentina Nappi

Valentina Nappi degusta un cannolo (dal profilo Facebook)

Tuttavia anche Valentina scivola ingenuamente su una tozza: afferma che il Pd ha censurato De Lucia perchè “si è pubblicamente pronunciato contro le sentinelle in piedi”, mentre in realtà il partito ha preso posizione contro l’insulto al vescovo. Particolare decisivo su cui invece la pornostar, evidentemente informata male, sorvola.

Per De Lucia è comunque grasso che cola: in questo momento è il maschio reggiano più invidiato, e Andrea Capelli – capogruppo del Pd in Sala del Tricolore – di certo mastica amaro.

Il consigliere comunale Pd Dario De Lucia

Il consigliere comunale Pd Dario De Lucia

Ecco il post di Valentina Nappi

Il partito “democratico” contro il suo consigliere comunale di Reggio Emilia Dario De Lucia, colpevole di essersi pubblicamente pronunciato contro le sentinelle in piedi. MERDE (senza offesa per le merde), SERVI DEL VATICANO. Questi assassini della laicità andrebbero espulsi dal paese. SOSTENIAMO DARIO DE LUCIA!”.

valentina Nappi con un'amica

Valentina Nappi con un’amica

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. mario Rispondi

    04/11/2015 alle 15:01

    La novella Cambronne potrebbe già candidarsi per le future elezioni,con una lista insieme a De Lucia! Così daremmo continuità all’on. Cicciolina .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *