Scappa dagli accattoni, anziana si rompe una gamba. Giovani Padani: “Il Comune è moralmente responsabile”

di Matteo Melato* 

Pochi giorni fa i giovani padani avevano inscenato un presidio nel parcheggio dell’Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia per sollevare il problema annoso dell’accattonaggio molesto da parte di extracomunitari per la maggior parte di origine africana e rom ai danni dei reggiani che si recano all’interno della struttura.
E’ di ieri la notizia che un’anziana per scappare dall’azione di uno di questi extracomunitari è caduta e si è fratturata una gamba. Il coordinatore dei giovani padani commenta in questo modo l’accaduto: ciò  che è successo è veramente gravissimo. Cosa deve accadere per via che il Comune intervenga in maniera decisa per risolvere il problema? Solo pochi giorni fa abbiamo dimostrato che basta veramente poco per risolvere questi casi. Basta volerlo. Vogliamo azioni incisive.
È’ proposta avanzata, i giorni successivi al presidio, dall’assessore Tutino che aveva avanzato la proposta di mettere delle sbarre per arginare il fenomeno dell’accattonaggio molesto. 
Ma questo evento dimostra che anche se ci fossero state le sbarre l’extracomunitario ci sarebbe stato comunque e non avrebbe desistito dal correre dietro all’anziana che si sarebbe ferita comunque. 
Il Comune si deve sentire politicamente e moralmente responsabile di quanto accaduto all’anziana pertanto invito l’amministrazione a farsi carico delle spese mediche che la donna dovrà sostenere. La giunta ha la colpa di essersi sempre disinteressata del problema.
Il parcheggio dell’Ospedale cittadino continua ad essere il simbolo di questo fenomeno che vede però altri teatri quali il parcheggio della Caserma Zucchi e tanti parcheggi di supermercati su tutto il territorio.
Non si può pensare che tutte questi luoghi siano zone franche in cui questi accattoni si possano permettere di fare quello che gli pare, l’amministrazione deve mettere in campo iniziative serie per debellare il problema. Quanti feriti vogliamo avere tra i nostri concittadini prima che il Comune intervenga? Se fosse necessario, torneremo a fare iniziative fino a quando non ci sarà un’azione decisa e netta.
 
*coordinatore del Movimento Giovani Padani di Reggio Emilia 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *