San Polo d’Enza, il “palpatore seriale” rinchiuso in comunità di recupero. Ora le ragazze possono fare jogging con tranquillità

Si arricchisce di gravi particolari la vicenda che ha tenuto banco lungo le piste ciclabile del comune di San polo d’Enza. Secondo le indagini dei carabinieri, il molestatore seriale – un ragazzo di 17 anni che arrivava in bicicletta alle spalle delle sue vittime, palpandole il lato B – si è accanito più volte nei confronti di una donna, con continue molestie.

Gli elementi raccolti dai militari di San Polo hanno indotto il Giudice per le Indagini Preliminari, su richiesta della Procura dei minori di Bologna, a emettere un apposito ordinanza restrittiva a carico del 17enne.

Il provvedimento cautelare avente la duplice  finalità: da una parte quella di garantire la tutela delle vittime e della collettività, dall’altra quella di garantire il recupero sociale del minore rispetto collocandolo in comunità. Dopo che  i Carabinieri di San Polo d’Enza hanno dato esecuzione al provvedimento restrittivo in questione, da ieri  le piste ciclabili del comune di San Polo d’Enza possono continuare ad essere percorse in serenità da tutti ed in particolare proprio da quelle giovani podiste perseguitate da “palpatore seriale”.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *