Per papa Francesco è Don Camillo il modello
della chiesa di oggi: “Umile, generoso, vicino alla gente”

10/11/2015Don Camillo ha stregato anche anche il Papa. Nella sua visita a Firenze, Francesco ha indicato il parroco di Brescello partorito dalla penna di Giovannino Guareschi e diventato celebre in tutto il mondo con i film interpretati da Fernandel e da Gino Cervi (nel ruolo di Peppone, il sindaco comunista) come un modello per tutta la chiesa. E’ un’indicazione “pop”, in cui don Camillo viene accostato, per la sua semplicità a santi autentici come il Poverello d’Assisi e Filippo Neri.

 

Don Camillo, nella chiesa di Brescello alluvionata

Don Camillo, nella chiesa di Brescello alluvionata

Forse Francesco potrebbe compiere  una breve visita a Brescello, dove le statue di Don Camillo e Peppone si guardano da un lato all’altro della piazza del paese, icona di un’Italia romanzesca del passato, ma anche di valori intramontabili.  La sua presenza e una sua parola potrebbero riportare pace e fiducia in un paese ormai infestato dalla ndrangheta, ma dove tanta gente onesta continua a sperare in momenti migliori.

Papa Francesco

Papa Francesco

E dunque, Papa Bergoglio a  Firenze ha fatto l’esempio di una chiesa meno ossessionata dal potere e più vicina alla sua gente come quella di don Camillo che dichiarava di conoscere “i suoi parrocchiani uno per uno”.

“La Chiesa italiana – ha detto il Papa – ha grandi santi il cui esempio possono aiutarla a vivere la fede con umiltà, disinteresse e letizia, da Francesco d’Assisi a Filippo Neri. Ma pensiamo anche alla semplicità di personaggi inventati come don Camillo che fa coppia con Peppone. Mi colpisce come nelle storie di Guareschi la preghiera di un buon parroco si unisca alla evidente vicinanza con la gente. Di sé don Camillo diceva: ‘Sono un povero prete di campagna che conosce i suoi parrocchiani uno per uno, li ama, che ne sa i dolori e le gioie, che soffre e sa ridere con loro’. Vicinanza alla gente e preghiera sono la chiave per vivere un umanesimo cristiano popolare, umile, generoso, lieto. Se perdiamo questo contatto con il popolo fedele di Dio perdiamo in umanità e non andiamo da nessuna parte”.

Be Sociable, Share!

2 risposte a Per papa Francesco è Don Camillo il modello
della chiesa di oggi: “Umile, generoso, vicino alla gente”

  1. del rio cazzo vuoi....... Rispondi

    10/11/2015 alle 20:37

    non siamo negli anni 50 per fortuna quando c’erano dolo i preti a predicare a rompere le scatole con cristo la madonna ed altri superati supereroi. e’ giunta l’ora che le parrocchie i papi le chiese s p a ri s ca n o. e’ giunta l’ora che il vaticano non ciucci piu’ i soldi dell’6 per mille e paghi le tasse. non ci comprate per un piatto di minestra quando avete immobili per 2000 miliardi di euro……siete furbi preti molto furbi pur di mantenere il potere e i soldi siete disposti a far finta di litigare tra vescovi gay ed etero……..fate schifo preti e la storia che vi ha sgamato vi eliminera’ per sempre

  2. Francesco Rispondi

    06/02/2017 alle 19:12

    1 si chiama 8x mille e non sei.
    2 la chiesa paga le tasse, almeno la mia parrocchia lo fa.

Rispondi a Francesco Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *