Gualtieri: rapinatori delle ville, inseguiti dai carabinieri, finiscono in un canale. Erano già incappucciati

Un inseguimento a folli velocità, due banditi incapucciati che finiscono in un canale, il recupero un’auto rubata il giorno prima in Veneto. E’ il bilancio di un’azione condotta con successo l’altra dai Carabinieri di Gualtieri che ha mandato a monte i piani notturni di una banda di ladri delle ville, una delle tante che infestano il reggiano.

Poco dopo 21,30 di giovedì 5 una pattuglia della Stazione di Gualtieri durante l’attività di controllo del territorio notava un’autovettura che procedeva a bassa velocità in prossimità di ville e abitazioni di un quartiere residenziale. Nei pressi un giovane a piedi, seguito dall’autovettura. Alla vista dei militari quest’ultimo balzava sull’auto che accelerava di gran carriera: è così cominciato un concitato inseguimento tutta velocità, concluso  alla periferia del paese dove l’auto usciva fuori strada finendo in un canale. I due occupanti pressoché illesi e con i volti travisati da cappucci uscivano dall’abitacolo del mezzo proseguendo la fuga a piedi per i campi circostanti riuscendo a dileguarsi, Nell’auto, una Honda rubata il giorno prima a Coligna Veneta,  i carabinieri hanno trovato un kit dabanda delle ville: piede di porco, strumenti da scasso e guanti. Oltre ai guanti rinvenuti in macchinaè inquietante il fatto che i due indossassero cappucci usati in questi casi per compiere rapine in abitazione. Ecco perché è necessaria la loro identificazione che potrebbe avvenire anche grazie agli accertamenti e rilievi eseguiti sull’auto sequestrata dove sono state rilevate impronte digitali.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *