Campegine, i carabinieri sventano altri due assalti ai caseifici. Trattore come ariete, cinque banditi in fuga

13/1/2014 – Due colpi studiati nei minimi particolari e preparati con cura dai malviventi che nella notte tra giovedì e venerdì hanno agito a Campegine, in provincia di Reggio Emilia, con l’obiettivo di rubare le forme di parmigiano reggiano stoccate nei magazzini di stagionatura di 2 latterie sociali del paese.

Colpi non andati a buon fine grazie all’attività straordinaria di controllo contro le bande del parmigiano, ordinata dal comandante Antonino Buda,    che ha visto negli ultimi giorni i Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Emilia sventare 4 colpi, compresi i 2 dell’ultima notte. Il primo colpo fallito poco dopo l’una, quando i malviventi utilizzando come ariete un trattore rubato poco prima in una azienda agricola vicina, hanno tentato  di abbattere il portone in acciaio del magazzino stagionatura formaggi del rinomato caseificio Codeluppi,  ma senza riuscirvi grazie al tempestivo intervento dei Carabinieri della Stazione di Castelnovo Sotto che metteva in fuga i ladri.

Alle 2,30 gli stessi malviventi, una banda di cinque uomini secondo i primi accertamenti, hanno forzato l’ingresso del caseificio Milanello sempre a Campegine, agevolati dalla  nebbia dopo aver forzato la porta d’ingresso. Erano già riusciti ad accedere al magazzino stagionatura e a caricare 15 forme di parmigiano reggiano su un furgone Ford Transit, ma all’arrivo dei carabinieri hanno dovuto abbandonare tutto per fuggire nei campi. Mentre i Carabinieri intervenuti sul posto avviavano le ricerche dei malviventi , le forme recuperate venivano restituite al caseificio.

Il furgone, risultato rubato a Fano il giorno prima, è stato sequestrato dai Carabinieri che ora procederanno ai rilievi per cercare anche in sede scientifica la svolta per identificare i malviventi sulla scorte dell’analisi sulle impronte repertate all’interno del mezzo, da confrontare con quelle dei  soggetti pregiudicati censiti in banca dati.

Solo il giorno prima a Toano e prima ancora a San Giovanni di Querciola sempre i  Carabinieri avevano intercettato la banda colpire in 2 caseifici,  recuperando le forme rubate.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *