Banda del parmigiano torna al caseficio di Ghiardo: sparite altre trenta forme. E’ il secondo colpo in venti giorni

5/11/2015 – Le bande del Parmigiano, nonostante le debacle degli ultimi tempi, continuano imperterrite nella loro tabella di marcia che contempla la visita ad almeno un caseificio reggiano ogni notte.

Poco prima delle 4 di questa mattina i malviventi sono tornati al caseificio del Ghiardo di Bibbiano: dopo aver segato l’inferriata di una finestra, sono entrati nel magazzino e hanno portato via una trentina di forme di RE dei formaggi. Un centinaio di forme erano già sparite nella notte del 14 ottobre. Il valore della merce trafugata, ai prezzi di mercato, supera i quindicimila euro. A ciò vanno aggiunti i danni. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Bibbiano, che hanno avviato le indagini per furto aggravato

di oggi 5 novembre 2015 i Carabinieri della Stazione di Bibbiano, su input della Centrale Operativa del Comando Provinciale di Reggio Emilia, intervenivano in località Ghiardo del comune di Bibbiano curando l’intervento pertinente un sopralluogo di furto all’interno di una latteria sociale. Sul posto gli operanti unitamente al casaro avevano modo di accertare che ignoti ladri durante la notte, dopo aver segato le sbarre di una finestra, previa effrazione della stessa si introducevano all’interno del magazzino del caseificio asportando, stando ai primi controlli ancora in corso di esatto inventario, una trentina di forme di parmigiano reggiano. Tra danni cagionati per il furto e refurtiva sottratta i danni, ammontanti a varie migliaia di euro, sono in corso di esatta quantificazione. Sulla vicenda i Carabinieri reggiani hanno avviato le indagini in ordine al reato di furto aggravato.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Benito Biancardi Rispondi

    20/01/2017 alle 08:12

    Cerco lavoro 3442324338

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *