Assalto dei venditori abusivi: i Cinque Stelle chiedono di punire anche chi compra la merce contraffatta

27/11/2015 – Dopo la battaglia di San Prospero, con decine di ambulanti abusivi africani che si sono scontrati con le forze dell’ordine (e si sono pure pestati tra di loro), il movimento Cinque Stelle di Reggio Emilia chiede che vengano perseguiti non solo i venditori, ma anche chi compra da loro la merce contraffatta. Chiede una decisione in questo senso del consiglio comunale.

“Certo si può fare appello alla coscienza dei cittadini, come fa il Municipio,  affermando che comprando dagli abusivi non si fa altro che alimentare la criminalità organizzata che si cela dietro a queste persone: ma ciò non basta -scrivono la deputata Maria Edera Spadoni e la consigliera comunale Paola Soragni – Il M5S è assolutamente in linea con il pensiero di  Confesercenti quando afferma che c’è una falla nell’impianto normativo: fondamentale è ora far approvare delle azioni sia legislative che operative che rimettano al centro la sicurezza dei nostri cittadini e commercianti.

Dobbiamo intervenire immediatamente per creare delle leggi ad hoc, proprio come avviene in altre città dove non solo viene punito chi vende illegalmente, ma anche chi acquista merce contraffatta alimentando questo mercato nero.

Il M5S si impegnerà a tal proposito in Consiglio comunale sperando che queste norme di buon senso saranno approvate da parte della maggioranza senza nessuna remora”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *