Assalto col carro attrezzi, banca devastata. Ma i ladri perdono la cassa del bancomat per strada

27/11/2015 – Un altro bancomat sfondato  con un carro attrezzi, un colpo clamorosamente fallito probabilmente per l’inesperienza dei banditi. Restano i danni, enormi, alla filiale della Cassa di Risparmio di Cesena, in via Camurri a Reggio Emilia.

L’altra notte il bancomat è stato letteralmente estirpato dalla sua sede e portato via  col carro attrezzi, ma quando la banda si è fermata in uno stradello che costeggia via Prati Vecchi, per aprire la cassa blindata, il bancomat è scivolato lungo il pendio, dove i ladri maldestri lo hanno abbandonato senza essere riusciti ad aprirlo. Sono scappati a mani vuote: la cassaforte conteneva parecchie migliaia di euro.

Questo è il secondo assalto al bancomat con carro attrezzi avvenuto in poco più di un mese: quello precedente ai danni dello sportello Unipol Banca di Cadelbosco, con un mezzo rubato nel mantovano, il 22 ottobre. L’altra notte, invece, il carro era stato rubato poche ore prima a Castelmaggiore di Bologna: segno che queste bande operano su un territorio molto vasto,utilizzando dei basisti reggiani.

Erano le 4 quando  le Volanti sono intervenuto alla filiale Caricesena di via Camurri, verso Pieve Modolena: un cittadino, svegliato dai rumori, ha allertato il113 dopo aver visto vicino all’ingresso della banca un uomo incappucciato e due automezzi di cui uno era il carro attrezzi di colore rosso, quest’ultimo usato come ariete per sfondare la vetrata della banca e sradicare lo sportello bancomat. Mentre l’uomo chiamava la polizia, i banditi si allontanavano . Una Volante effettuava un sopralluogo sul posto, mentre una seconda pattuglia iniziava le ricerche dei malviventi che nella fuga a tutta velocità avevano seminato lungo la strada tracce evidenti del loro passaggio: pezzi di metallo, vetri e rotoli di carta da scontrino. Così gli agenti hanno potuto seguire l’intero percorso della fuga lungo via Camurri, via f.lli Bandiera, via dei Templari, via Gorizia ed infine via Teggi: ma a quel punto si perdeva ogni traccia della banda. . Poche ore dopo, non lontano da via Teggi e precisamente in via Prati Vecchi, nei pressi del sottopassaggio stradale, su indicazione di un passante, venivano venivano lungo un camminamento in salita che costeggia la sede stradale, l’autocarro rosso ed il bancomat asportato.

Nonostante il bancomat apparisse completamente danneggiato, la cassaforte non era stata aperta. Secondo la Polizia  i ladri, almeno 2, si sarebbero “appartati” lungo lo  stradello che costeggia l’arteria principale per scassinare indisturbati il bancomat ma probabilmente il bancomat è caduto mentre veniva scaricato dal carro attrezzi, finendo in fondo al pendio che costeggia lo  stradello e in una posizione tale da non permettere di scassinarlo. Il carro attrezzi è risultato rubato nella tarda serata di mercoledì nella  filiale di Castelmaggiore della GLOBAL TRUCK SERVICE. Sul posto sono intervenuti i tecnici della Polizia Scientifica per i rilievi. Al vaglio degli agenti della Squadra Mobile le immagini del sistema di videosorveglianza dell’istituto bancario.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *