Basket: Sky ha presentato la serie A Beko
al PalaBigi con la presenza di Frosini, Gentile e Polonara

Da sin. S. Gentile, G. Bruno. D. Pessina, A. Polonara e A. Frosini

Da sin. S. Gentile, G. Bruno. D. Pessina, A. Polonara e A. Frosini

di Carlo Codazzi

23/10/2015 – Sky ha onorato il PalaBigi e la Pallacanestro Reggiana venendo a presentare il promo che lancia la stagione di serie A 2015/16 e le iniziative della Tv satellitare di Mr. Murdoch relative alla pallacanestro.

La famosa pay tv ha fatto il jackpot, nel senso che si è aggiudicata praticamente tutto relativamente al basket. L’emittente satellitare, infatti, trasmetterà in questa stagione la mitica Nba statunitense, cui si aggiunge il campionato NCAA, l’Eurolega e l’Eurocup, le massime competizioni europee a livello di club, e a livello nazionale la serie A e l’A2 maschile.

A presentare il promo (davvero di grande impatto visivo, secondo la tradizione Sky, con protagonisti i giocatori più rappresentativi di tutte le squadre della serie A targata Beko autori di performance spettacolari a ritmo di musica) Giovanni Bruno, Direttore Editoriale di Sky Sport, l’ex giocatore ora commentatore Davide Pessina, il diesse della Grissin Bon Alessandro Frosini e i giocatori biancorossi Stefano Gentile e Achille Polonara. Nel video promo della serie A per la Reggiana il protagonista è Amedeo Della Valle.

Ad assistere alla riuscitissima presentazione tanti bambini delle formazioni giovanili della Pallacanestro Reggiana che, al termine dell’evento, hanno posato assieme ai loro beniamini e hanno dato vita a mini incontri di basket guidati da Gentile e Polonara. Per loro un pomeriggio indimenticabile.

Ai margini della presentazione spazio anche per raccogliere qualche pensiero dei personaggi che hanno dato lustro all’evento stesso.

Protagonisti anche i bambini delle formazioni giovanili della Pallacanestro Reggiana

Protagonisti anche i bambini delle formazioni giovanili della Pallacanestro Reggiana

Davide Pessina ha speso belle parole per la Grissin Bon: “Reggio Emilia è una squadra che ha buonissime individualità ed è in crescita. – ha spiegato l’ex azzurro – Ha cambiato qualcosa quest’estate però è riuscita, comunque, a formare un gruppo forte nonostante gli “azzurri” siano arrivati un po’ tardi. La validità del progetto reggiano si vede. Se c’è continuità tecnica e seri programmi societari è più facile che i nuovi giocatori si inseriscano al meglio e in fretta. La Reggiana è destinata, anzi è obbligata, a giocare un campionato di vertice e credo che debba puntare al bersaglio grosso considerato che l’anno scorso è andata in finale. Credo – ha proseguito – che abbia tutto per ripetere almeno la stagione passata. La Grissin Bon ha perso Cinciarini? E’ il problema di certe formazioni, soprattutto quale la Reggiana, che devono fare un campionato di alto livello per quadrare il bilancio e per le quali è impossibile opporsi ad un club con più soldi che vuole portare via loro i giocatori migliori o importanti. Squadre così, come la Reggiana, devono trovare alternative. Mi pare che la Grissin Bon le abbia trovate con S. Gentile e De Nicolao. Scelte che sembrano giuste. Questi due giocatori hanno assorbito il cambiamento. Cinciarini è stato un giocatore molto importante per Reggio, soprattutto per il suo progetto tecnico, ma mi pare che dai primi passaggi stagionali Cinciarini sia stato ben sostituito e che ci siano buone prospettive per la squadra reggiana. Kaukenas è eterno? In effetti lo è davvero – ha risposto il commentatore Sky -. E’ figlio del movimento lituano. La passione che ha per questo sport è infinita. E’ chiaro che per certe cose, Rimantas, non è più il giocatore di qualche anno fa. Mi riferisco alla esplosività e alla fisicità, ma è un atleta di enorme solidità ed esperienza. Inoltre, al di là di ciò che fa in campo, Kaukenas,  è importante per l’esempio che dà riguardo l’etica del lavoro, alla capacità di aiutare i giocatori più giovani e di aiutarli a reggere meglio la pressione. Reggio può arrivare prima? Sì, secondo me può vincere loscudetto al pari altre 3-4 formazioni. Deve provarci! Le rivali? Sassari, anche se quest’ullima ha cambiato molto, Milano, meno talentuosa dell’anno scorsa ma più quadrata e più solida, e Venezia che se mette a posto un paio di cose ha il talento per arrivaare in alto. Inoltre, almeno una squadra che si può inserire come sorpresa c’è. In Sky il basket ha quasi soppiantato il calcio? Non saprei – ha risposto sorridendo -. Lo spero per me egoisticamente – ha aggiunto scherzosamente con un sorriso -. Ma Sky ha sempre avuto grande attenzione per il basket. Quest’anno penso che non potesse fare di più per questo sport. Abbiamo tutto, sono stati fatti investimenti importanti e l’attenzione è altrettanto verso la pallacanestro è massima. Ci sono i presupposti – ha terminato – per fare una fare una grande stagione sia per Sky che per il basket”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *