I ladri flagellano Rubiera: Fratelli d’Italia pronta a organizzare le ronde notturne dei cittadini

di Carlo Codazzi

2/10/2015 – Il raid di furti che ha colpito Fontana, frazione di Rubiera, non ha lasciato indifferente Fratelli d’Italia che da sempre è molto sensibile al tema “sicurezza e criminalità”. Tramite un comunicato redatto dal proprio Responsabile del Comune di Rubiera, Matteo de Vita, il partito di Giorgia Meloni critica l’inerzia dell’Amministrazione Comunale rubierese e lancia le sue proposte, in parte provocatorie, per arginare gli eventi criminosi nel territorio di confine tra le province di Reggio e Modena: “Se l’amministrazione non impiegherà la Municipale in supporto alle forze dell’ordine, organizzeremo le ronde notturne” .

“A seguito dei raid di furti avvenuti nella frazione Fontana di Rubiera, nella notte tra Mercoledì e giovedì scorsa, riteniamo  che non si possa restare inerti di fronte al ripetersi di atti criminali che mettono a repentaglio la sicurezza della cittadinanza di Rubiera e delle sue frazioni – si legge nella nota -. Come richiedono i cittadini colpiti da detti atti criminali, Fratelli d’Italia-A.N. sollecita l’Amministrazione Comunale rubierese a dare delle risposte immediate alle crescenti esigenze di sicurezza della popolazione del nostro Comune.

Proponiamo di utilizzare la Polizia Municipale per la sorveglianza notturna del territorio del Comune di Rubiera in supporto alle forze dell’ordine che dispongono di un organico limitato rispetto alle sempre maggiori esigenze di sicurezza lamentate dalla cittadinanza. Se l’amministrazione Comunale dovesse restare ancora inerte di fronte al grave problema, Fratelli d’Italia si adopererà per  promuovere la formazione di ronde notturne composte da cittadini volontari.

Il problema della sicurezza della popolazione non può essere sottovalutato né accantonato da una amministrazione degna di questo nome e deve, per quest’ultima, rappresentare una priorità. I cittadini meritano rispetto e attendono risposte dalla Giunta Comunale di Rubiera. Risposte che non possono e non devono tardare ulteriormente”.

A questo punto la palla passa alla Giunta  rubierese. Vedremo se ignorerà il delicato tema o se riterrà di affrontarlo significativamente. Nel primo caso resterà da vedere se, effettivamente, Fdi sarà in grado di dare seguito alla “provocazione” di promuovere la formazione di ronde composte da volontari. Una proposta, quella di istituire delle ronde cittadine, che spesso ha fatto capolino nel territorio reggiano negli ultimi 15 anni in cui l’offensiva criminale si è fatta sempre più pressante.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.