Il Pd scarica il consigliere De Lucia: “inammissibili” le offese al vescovo Camisasca

15/10/2015 –  “Il Partito Democratico della città di Reggio stigmatizza le dichiarazioni che il consigliere Dario De Lucia ha rivolto al Vescovo Massimo Camisasca e comunica che le stesse non sono rappresentative del gruppo Pd in consiglio comunale”. Con questa dichiarazione di Mauro Vicini, segretario dell’Unione Città di Reggio, il Pd prende nettamente le distanze dal consigliere comunale Dario De Lucia che due giorni fa, in post sulla sua pagina Facebook aveva definito il vescovo Massimo Camisasca alla stregua di un “propagatore di odio” accumunandolo in questo giudizio alle Sentinelle in Piedi e al forum delle famiglie. Tutto era cominciato sul filo dell’ironia (“Per Halloween mi travesto da gender e vado a spaventare i cattolici”) ma in un breve  scambio di battute col giornalista Pierluigi Ghiggini la sparata ha preso una piega seria: “Sentinelle in Piedi, Forum delle Famiglie e vescovo Camisasca sono un moloch di intolleranza e propagatori di odio”. Il tutto riferito alla cosiddetta teoria gender e all’atteggiamento verso le nozze gay.

Dopo che Reggio Report ha riferito il fatto, Il gruppo di Forza Italia in consiglio comunale ha presentato una mozione in cui chiede  una “netta censura” nei confronti di De Lucia per le sue dichiarazioni, e una lettera di pubbliche scuse al vescovo di Reggio. Dario De Lucia ha reagito infastidito, ribandendo il suo giudizio e negando di dover presentare delle scuse.

A questo punto, la dichiarazione di Vicini al nome del Pd, che definisce “inaccettabili” le offese al vescovo, ha scaricato in modo lampante Dario De Lucia. Il quale a questo punto ha poche alternative: o chiede scusa di sua iniziativa a Camisasca o fa ilgesto dell’ombrello al suo partito, con il rischio incombente di dover fronteggiare una censura del consiglio comunale

Il dibattito in corso sulla teoria gender, anche con le strumentalizzazioni sicuramente non giustificate dalla riforma La Buona Scuola, tocca inevitabilmente sensibilità e punti di vista spesso difficilmente conciliabili. In una società che cambia rapidamente e ci pone di fronte a sfide educative sempre nuove e complesse, è necessario un confronto serio che ponga però sempre al centro la dignità della persona – scrive Mauro Vicini, segretario Pd Unione Città di Reggio – Proprio per questa complessità e profondità del tema, è inaccettabile che il confronto e la polemica scadano in argomentazioni offensive verso sua Eccellenza il Vescovo di Reggio e Guastalla Monsignor Massimo Camisasca. Il Partito Democratico della città di Reggio stigmatizza le dichiarazioni che il consigliere Dario De Lucia ha rivolto al Vescovo Massimo Camisasca e comunica che le stesse non sono rappresentative del gruppo Pd in consiglio comunale”.

Be Sociable, Share!

2 risposte a Il Pd scarica il consigliere De Lucia: “inammissibili” le offese al vescovo Camisasca

  1. rasputin Rispondi

    15/10/2015 alle 16:03

    camisasca non e’ un propagatore d’odio e’ un propagatore di cazzate.
    forza dario de lucia sempre

  2. stefano Rispondi

    16/10/2015 alle 09:28

    onore al consigliere de lucia onore allo stato laico libertario libero …..

    Bruceremo le chiese e gli altari
    bruceremo i palazzi e le regge
    con le budella dell’ultimo prete
    impiccheremo il papa re

    Rivoluzione sia,
    guerra alla società
    piuttosto che vivere così
    meglio morire per la libertà.

    E il Vaticano brucerà
    e il Vaticano brucera
    e il Vaticano brucerà
    con dentro il papa!

    E se il governo si opporrà
    e se il governo si opporrà
    e se il governo si opporrà
    rivoluzione!

    Rivoluzione sia
    guerra alla società – la società
    piuttosto che vivere così
    meglio morire per la libertà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.