Bond Grecia: banca Fideuram condannata a rimborsare 140 mila euro a coppia di coniugi

21/10/2015 – Importante vittoria della Confconsumatori di Reggio Emilia, presieduta da Secondo Malaguti,  in materia di investimenti in bond Grecia. In una causa curata dall’avvocato Giuseppe G. Luciani, il Tribunale di Reggio Emilia ha condannato Banca Fideuram a rimborsare un investimento di 140 mila euro, più gli interessi a una coppia di coniugi soci di Confconsumatori. L’istituto ha rinunciato al ricorso contro la sentenza.

Secondo Malaguti, Confconsumatori Reggio Emilia

Secondo Malaguti, Confconsumatori Reggio Emilia

 

Nel corso del 2010, quando era già nota agli operatori del mercato la grave crisi finanziaria in cui versava la Grecia, i due coniugi residenti a Reggio Emilia avevano acquistato tramite un promotore finanziario di banca Fideuram circa 140 mila euro di obbligazioni Grecia, nella convinzione che si trattasse di un investimento sicuro. Poco dopo, con l’aggravarsi della situazione del Paese ellenico, il valore dei titoli è precipitato fino a perdere più di tre quarti del valore di acquisto. Da qui la causa giudiziaria, dopo che la banca non ha dato seguito alle istanze di rimborso della coppia. Il Tribunale di Reggio ha condannato la banca a restituire le somme investite, in quanto ha considerato nulli i contratti di acquisto delle obbligazioni Grecia.

L'avvocato Giuseppe G. Luciani

L’avvocato Giuseppe G. Luciani

Spiega l’avvocato Luciani: “I coniugi, dopo aver venduto titoli di Stato Italia, acquistarono i bond Grecia, ritenendolo un investimento sicuro perchè in moneta dell’Eurozona. Tuttavia i titoli iniziarono a perdere rapidamente il loro valore iniziale e a seguito dell’Offerta pubblica di scambio disposta dalla Grecia il 24 febbraio 2012, tali obbligazioni furono convertite, senza che gli investitori potessero minimamente opporsi, in obbligazioni di nuova emissione, con valore corrispondente a circa un quarto di quell’acquisto.

I coniugi che pertanto vedevano dissipati i risparmi accantonati in una vita – continua l’avvocato – hanno deciso di recarsi alla Confconsumatori di Reggio Emilia per recuperare le somme investite”.

Il Giudice ha così ritenuto “che nulli fossero i contratti tramite i quali erano stati acquistati i bond Grecia, poichè si trattava di contratti di investimento obsoleti. In particolare il contratto quadro degli investimenti finanziari, che regola tutti i rapporti di investimento tra intermediario e cliente, sottoscritto con riferimento alla legge 1/9, non era mai stato rinnovato e risultava sprovvisto delle clausole previste imperativamente dalla normativa successiva a tutela dell’investitore”.

Da non trascurare il fatto – ha aggiunto il presidente Malaguti – che “i singoli ordini d’acquisto delle obbligazioni grecia risultavano sprovvisti della clausola di recesso, la cui mancanza è sanzionata con la nullità da esto Unico Finanziario”.

Di conseguenza il Tribunale di Reggio Emilia ha condannato Banca Fideuram alla restituzione delle somme investite, oltre agli interessi maturati dalla data dell’acquisto.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *