A Expo, paglione Israele, la prima forma di Parmigiano “kosher”. Un mercato potenziale di 13,5 milioni di ebrei osservanti

23/10/2015 – Spicca sicuramente tra le novità di Expo 2015 e sarà protagonista di un evento in programma martedì 27 ottobre nel padiglione di Israele, uno dei più visitati e ammirati dell’Expo: si tratta della prima forma di Parmigiano Reggiano “kosher“, prodotta in stretta osservanza dell’insieme di regole religiose (denominate Kasherut) che da tremila anni, ispirandosi alla Torah, governano l’alimentazione degli ebrei osservanti in tutto il mondo.
Prodotta un anno fa dall’azienda agricola Bertinelli di Parma, la forma che sarà aperta ad Expo fa parte della produzione marchiata pochi giorni fa dal Consorzio del Parmigiano Reggiano (operazione che non può avvenire prima di 12 mesi di stagionatura), ed è stata certificata “Kosher” (ossia “conforme alla legge” ebraica) da uno dei più autorevoli enti in materia: OK Kosher Certification, con sede a New York, dove vive una delle più importanti comunità ebraiche del mondo.
L’ordine di grandezza dell’interesse e dei possibili scambi commerciali che ruotano attorno al Parmigiano Reggiano “Kosher” emergono da cifre che parlano di 13,5 milioni di persone di fede ebraica nel mondo (non meno di 40.000 in Italia), ma anche di milioni di consumatori che acquistano prodotti kosher come simbolo di particolare rigore su qualità e processi produttivi: negli Stati Uniti, ad esempio, si tratta di 12,5 milioni di persone, con i prodotti kosher che rappresentano quasi il 30% degli alimenti venduti nei supermercati.
L’evento in programma il 27 ottobre ad Expo – promosso dal Consorzio del Parmigiano Reggiano e dal padiglione israeliano ad Expo – prevede, appunto, l’apertura della prima forma di Parmigiano Reggiano “Kosher” alle ore 11,00 nel Padiglione di Israele ad Expo 2015, alla presenza del Commissario generale del padiglione, Elazar Choen, del presidente del Consorzio del Parmigiano Reggiano, Giuseppe Alai, dell’amministratore delegato dell’Azienda Bertinelli di Parma, Nicola Bertinelli, e del Rabbino Yeshaya Prizant, rappresentante dell’ente certificatore OK Kosher.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *