Scandiano, blitz contro i parcheggiatori abusivi. Diversi fermati, uno straniero espulso e due allontanati dal paese

28/9/2015 – Per contrastare il fenomeno dei parcheggiatori abusivi che stazionano in alcune piazze del territorio di Scandiano, dalle ore 7 di questa mattina si è svolta una importante operazione di controllo del territorio, con l’obiettivo di identificare tali soggetti con particolare riferimento alla regolarità della loro presenza sul territorio nazionale. Un’azione decisa contro i parcheggiatori abusivi, che spesso intimidiscono le persone, era stata chiesta a più riprese dalla minoranza anche con interrogazioni in consiglio comunale. Il tema  era stato portato all’attenzione del Prefetto di Reggio dal Sindaco Alessio Mammi. Dopo un tavolo tecnico di coordinamento fra le forze di Polizia, il prefetto Ruberto  ha predisposto un primo intervento, svolto appunto oggi, sotto il diretto coordinamento della Questura di Reggio Emilia.

Alle operazioni, che hanno portato al fermo di diverse persone, hanno partecipato pattuglie della Polizia di Stato (Questura di Reggio Emilia) dei Carabinieri (Tenenza di Scandiano), della Guardia di Finanza e del Corpo Unico di Polizia Municipale Tresinaro Secchia. Tra i fermati, un uomo è risultato sprovvisto di documenti e non in regola con il permesso di soggiorno, pertanto è stato disposto l’accompagnamento presso il CIE (centro di identificazione ed espulsione). Alla vista degli agenti si è dato alla fuga, e dopo essersi nascosto all’interno di un bar è stato successivamente rintracciato e fermato. Altri due soggetti, intenti all’attività di parcheggiatore, sono stati identificati: nei loro confronti emessi e notificati provvedimenti di allontanamento obbligatorio.

Fermati altri tre cittadini extracomunitari due dei quali, al momento del controllo, non avevano documenti atti a comprovare la regolarità sulla propria permanenza sul territorio: successivamente sono risultati essere in regola, mentre il terzo, che era intento alla vendita in forma itinerante, era in regola con il permesso di soggiorno ma non lo era sotto il profilo dei titoli per la vendita ambulante e pertanto è stato multato.

 “Credo che l’operazione odierna rappresenti una svolta, e non sarà un episodio sporadico ma intendiamo dare continuità al lavoro avviato, perchè i risultati sono stati positivi – ha commentato il sindaco di Scandiano Alessio Mammi –  Voglio porgere un ringraziamento sentito per aver ascoltato le nostre istanze, per poi operare concretamente e dare risposta, in primo luogo al Prefetto di Reggio Raffaele Ruberto il cui lavoro è stato estremamente puntuale, preciso, efficiente, al Questore Isabella Fusiello , ai Comandi provinciali del Carabinieri e della Guardia di Finanza ed ovviamente agli agenti della nostra Polizia Municipale. Siamo fortemente impegnati, in collaborazione con le Forze dell’ordine, sul tema del rispetto delle regole e della sicurezza dei cittadini, perchè li riteniamo fondamentali per un buon grado di convivenza civile. Un risultato che, come ha dimostrato l’operazione odierna, si raggiunge solo con il gioco di squadra. Auspichiamo che anche a livello nazionale si possa arrivare a una revisione della legislazione, per una maggiore certezza della pena, così che coloro che sono chiamati ad intervenire contro chi viola le regole abbiano gli strumenti idonei per farle rispettare”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.