Dieci bus nuovi di zecca a Reggio, ecologici e costruiti in Polonia. Serviranno le linee città-Mediopadana

23/9/2015 – Dieci autobus polacchi di ultima generazione modello Urbino 12, costruiti dalla Solaris Bus & Coach di Poznan, sono entrati in servizio sulle linee urbane Seta di Reggio Emilia. Erano dodici anni che nel trasporto urbano di Reggio non si vedevano autobus nuovi.

 

I nuovi bus Solaris di Seta schierati in piazza della Vittoria

I nuovi bus Solaris di Seta schierati in piazza della Vittoria

La svolta, dopo tanto immobilismo, è robusta:  i dieci mezzi schierati questa mattina davanti al teatro Valli per il taglio del nastro di rito – presenti il sindaco Luca Vecchi, l’assessore Mirko Tutino, il nuovo presidente di Seta Vanni Bulgarelli e l’a.u. dell’agenzia Mobilità Michele Vernaci  – rappresentano il 15% del parco mezzi in circolazione tutti i giorni nelle linee urbane. Saranno impiegati prevalentemente sulle linee 5 e 9, quelle che collegano la città alla stazione Mediopadana, e sfoggeranno anche un logo particolare nel display frontale con la grafica stilizzata delle “onde” ideate da Santiago Calatrava.

Il sindaco Vecchi al posto di guida di un bus Solaris

Il sindaco Vecchi al posto di guida di un bus Solaris

Sono  a basso impatto ambientale, con caratteristiche tecniche “che miglioreranno sensibilmente anche il comfort dei passeggeri”.  Per acquistarli Seta ha investito  due milioni di euro, ma per 5 mezzi la Regione Emilia-Romagna ha riconosciuto all’azienda un contributo in conto capitale pari al 50% del costo d’acquisto.

Nuovi bus Seta, il taglio del nastro

Nuovi bus Seta, il taglio del nastro

I nuovi bus – che andranno a sostituire altrettanti mezzi pre-Euro praticamente decrepiti – appartengono alla categoria Euro 6, la più elevata attualmente disponibile, possono trasportare 95 passeggeri e sono attrezzati per agevolare la salita e la discesa dei disabili.

“Questi nuovi autobus più ecologici, più confortevoli e più sicuri, sono la risposta concreta di Seta alle legittime richieste pervenute da parte dell’utenza e delle istituzioni di Reggio Emilia per un miglioramento nella qualità complessiva del servizio erogato – ha detto Bulgarelli – La nostra priorità è quella di rendere sempre più appetibile l’uso del mezzo pubblico, che deve diventare una scelta sempre più condivisa e partecipata dai cittadini. Questi sono i primi autobus di categoria Euro 6 acquistati da Seta, e tra i primi ad entrare in servizio in Emilia-Romagna. Con queste nuove acquisizioni l’età media della flotta urbana Seta di Reggio Emilia scende da 12 a 10,5 anni”-

SOLARIS URBINO 12: PRINCIPALI CARATTERISTICHE TECNICHE

I nuovi bus urbani Urbino 12 sono prodotti dall’azienda polacca Solaris Bus & Coach nello stabilimento di Poznan. L’Azienda, nata nel 1996, rappresenta oggi uno dei principali costruttori europei di autobus ed ha come clienti i gestori del servizio di trasporto pubblico di oltre 30 Paesi in tutto il mondo. Il modello Urbino 12 ha un telaio in acciaio inox resistente alla corrosione, una lunghezza di 12 metri ed una capacità totale di carico di 95 persone (21 a sedere e 74 in piedi), oltre a disporre di posti riservati agli utenti che si muovono in carrozzina ed alle madri con passeggino al seguito. Gli autobus Solaris sono spinti da un motore diesel Cummins a 6 cilindri in linea da 9.000 centimetri cubici di cilindrata. Le emissioni in atmosfera rispettano le più severe normative ambientali europee attualmente vigenti (Euro 6). La linea spiovente del parabrezza anteriore consente al conducente di avere una visione molto ampia, soprattutto sulla parte destra del mezzo, aumentando così la sicurezza dei passeggeri nelle fasi di salita e discesa.

La salita e la discesa sono agevolate dal pianale ribassato e da un dispositivo idraulico di inginocchiamento (kneeling), azionabile dall’autista, che riduce l’altezza della soglia d’ingresso di circa 70 mm. La pedana ad estrazione manuale garantisce in ogni condizione l’ingresso e la discesa dei passeggeri con ridotta capacità motoria. L’interno è spazioso, silenzioso, confortevole e completamente privo di gradini nelle zone di passaggio. Il bus Urbino 12 è dotato di sistema di climatizzazione bivalente, con differente regolazione per l’area passeggeri e per la cabina del conducente. Un sistema di telecamere a circuito chiuso consente all’autista di monitorare le porte di salita e discesa anche quando il bus è affollato: quello che quasi certamente avrebbe potuto evitare la porte del giovanissimo Sylvester, nel gennaio 2014, alla vecchia fermata di Porta Santa Croce (trasferita da pochi giorni davanti all’hotel Astoria).

L'interno di uno dei bus Solaris

L’interno di uno dei bus Solaris

“Con i 10 nuovi bus che Seta attiva sulle linee urbane di Reggio Emilia, con particolare riguardo alle linee 5 e 9 – ha detto il sindaco Luca Vecchi – il servizio di trasporto pubblico cittadino si rinnova migliorando qualità, comfort e sicurezza, con un positivo abbassamento dell’età ‘anagrafica’ del parco di 75 mezzi a disposizione di Reggio Emilia, dopo una dozzina d’anni di assenza di novità in questo senso. Dunque un primo passo nella giusta direzione. Le linee 5 e 9 – ha aggiunto il sindaco – servono, oltre ad alcune delle principali dorsali del trasporto pubblico nei quartieri e in centro storico, anche la stazione Av Mediopadana: i collegamenti tra la nuova infrastruttura ferroviaria e la città in questo ultimo anno sono raddoppiati, rendendo la stazione sempre più organica al tessuto urbano e alle utenze cittadine”.

Visibilmente soddisfatto anche l’assessore Tutino, protagonista sin dal suo insediamento di un confronto anche duro con i vertici di Seta, miracolosamente ricomposto con l’uscita di scena dell’ex presidente Odorici e la nomina di Bulgarelli.

 

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.