Spaccata al Target. Ladro inseguito dalla Polizia abbandona sacco di profumi e scompare nel cimitero

27/8/2015 – Inseguimento di un ladro questa notte da via Compagnoni al cimitero di Coviolo, dopo un grosso furto con spaccata ai danni di una profumeria della catena Target. La Polizia è riuscita a recuperare un sacco pieno di profumi rubati, abbandonato per strada dal malvivente braccato dalle Volanti. L’uomo è stato bloccato, ma e riuscito a far perdere le suetracce, col favore dell’oscurità, scavalcando il muro di cinta del cimitero. Una passeggiata macabra, in compagnia dei trapassati, val bene la libertà.

Alle 3 del mattino è arrivata al 113  la telefonata di un cittadino residente in via Compagnoni a Reggio Emilia, svegliato da un forte rumore di vetri infranti: dalla finestraha visto un individuo che, dopo essersi introdotto all’interno della profumeria “Target” ne usciva dandosi alla fuga a bordo di uno scooter. Il cittadino riferiva  che l’individuo portava un casco integrale bianco e  e percorreva via Rosselli in direzione di Coviolo. In pochi minuti le Volanti confluite sul posto hanno incrociato in senso contrario l’uomo a bordo dello scooter. Alla vista della polizia il ladro gettava a terra un grosso sacco nero che portava sulle spalle

Gli agenti cercavano  dunque di arrestare lo scooter, mettendo al centro della carreggiata, ma l’uomo riusciva scansava “l’ostacolo” e proseguire la fuga. Invertita la marcia, gli operatori si ponevano, dunque,  all’inseguimento dello scooter, raggiungendolo in prossimità del cimitero di Coviolo dove finalmente riuscivano a bloccarlo: il ladro, vistosi chiuso, abbandonava il motociclo e si dileguava a piedi scavalcando il muro di cinta del cimitero  col favore dell’oscurità. A nulla sono valse le ricerche fatte in zona dalle volanti intervenute in ausilio.

All’interno del sacco sono stati rinvenuti oltre un centinaio di profumi ancora integri, mentre altri sono andati distrutti nel momento in cui il ladro si è disfatto del sacco. Lo scooter usato per il colpo è era stato rubato lo scorso giugno a Cavriago.

Dal sopralluogo presso la profumeria è emerso che l’uomo, dopo aver forzato il lucchetto di chiusura della saracinesca, aveva infranto la vetrina con un tombino rinvenuto sul posto.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.