Scandiano, via Vallisneri blindata. L’assessore conferma la revoca dei permessi: “Ma resta il carico-scarico dei mezzi pesanti”

7/8/2015 – In merito ai temi sollevati dalla capogruppo di Forza Italia Elena Diacci, relativo alla chiusura di via Vallisneri, la strada principale di Scandiano, interviene l’assessore Marco Ferri: “Il percorso che ha portato alla pedonalizzazione di corso Vallisneri e via Tognoli è stato ampiamente condiviso e non si tratta certo di una incursione estiva. La decisione è maturata dalla necessità di rendere totalmente fruibile e in sicurezza a pedoni e ciclisti un tratto di centro storico già “percepito” come a vocazione pedonale. Purtroppo in passato la ZTL era interessata da traffico non più sostenibile per la sicurezza in centro storico dei pedoni, aggiungendo a ciò gli abusi che ne venivano fatti, anche nelle ore notturne, da parte di chi non ne aveva titolo.

Le pedonalizzazione consente inoltre una completa regolarizzazione e messa in sicurezza delle distese estive dei locali presenti”.

Conclude Ferri:  “Con gli operatori del centro storico (esercizi commerciali) è stato condiviso il percorso con incontri effettuati già dal dicembre dell’anno passato: in tale sede la scelta è stata totalmente condivisa, alla presenza anche delle associazioni di categoria, compresa la realizzazione di nuovi stalli di carico – scarico nel perimetro circostante che sono stati identificati uno per uno insieme a loro.

Proprio in questi giorni la Polizia Municipale sta procedendo alla revoca dei permessi precedentemente in uso, ma verranno autorizzati (come concordato e previsto nella ordinanza di istituzione della zona pedonale) il carico e scarico di merci pesanti, gli utenti disabili, i residenti in possesso di autorimessa nella zona pedonale; gli stessi residenti inoltre manterranno l’autorizzazione alla sosta nelle zone ZTL adiacenti, senza limitazioni di disco orario.

Di fronte ad un importante modifica della viabilità in centro storico ovviamente c’è una prima fase di cambiamento delle nostre abitudini che può comportare inconvenienti e disagi; proprio in questi giorni ho incontrato personalmente alcuni titolari di esercizi commerciali con i quali abbiamo definito e concordato alcune piccole modifiche per rendere ancora più efficace e sostenibile il provvedimento assunto, in un clima di assoluta collaborazione reciproca”. Pertanto “nessuna persecuzione e nessuna arroganza, semplicemente si sta dando seguito ad un’azione già pianificata e concordata da tempo finalizzata a rendere più vivibile e sicuro il nostro centro storico, a vantaggio di tutti”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.