Alberto Agazzani migliora: viavai al Maggiore, catena di solidarietà per curare le piante e i suoi gatti

31/7/2015 – Migliorano, sia pure lentamente, le condizioni del critico d’arte Alberto Agazzani, ricoverato da dieci giorni al Maggiore di Parma in coma farmacologico per i traumi cerebrali seguiti alla brutta caduta dalla Vespa, nella note dell’altro mercoledì, alla rotonda nei pressi del circolo Unicredit di via Settembrini a Reggio Emilia. Il trattamento sedazione continua, ma i medici hanno fiducia in un’evoluzione positiva del quadro clinico e contano di sospendere la sedazione entro una settimana.

Alberto Agazzani

Alberto Agazzani

Intorno ad Agazzani, che vive solo,  si è creata una catena di solidarietà veramente straordinaria con gli amici che si prendono cura a turno della casa di Reggio Emilia, delle piante e soprattutto dei suoi gatti. E’ tanta inoltre la gente che va a trovarlo all’ospedale, e gli amici raccomandano di coordinarsi per evitare un affollamento che ovviamente non è consigliato nè gradito nelle aree di trattamento intensivo. Ecco cosa ha scritto Andrea su Facebook: ” Stasera ci siamo trovati in troppi a fargli visita, io ho insistito perché entrassero tutti e abbiamo preso una lavata di capo. Per chi vuole andare a trovarlo meglio quindi che si coordini, magari mandandomi un messaggio qui o in privato, così da non sovrapporsi o da attendere per ore”.

Sempre Andrea ha confermato che “i medici hanno avviato la riduzione di sedazione e sono fiduciosi che la situazione possa evolvere in modo positivo. Hanno sottolineato il fatto che il suo corpo è giovane e in ottima forma”.

 

 

 

Be Sociable, Share!

7 risposte a Alberto Agazzani migliora: viavai al Maggiore, catena di solidarietà per curare le piante e i suoi gatti

  1. rossella o'hara Rispondi

    01/08/2015 alle 07:40

    si spera pero’ non risultano miglioramenti effettivi. si precisa che le cause del coma sono dovute alla botta tremenda alla testa e che forse la sedazione in via di riduzione verra’ interrotta definitivamente tra qualche giorno. da facebook fonte andrea portavoce si parla inoltre di zone morte del cervello………..
    Omnia fert aetas

    • Mi risulta... Rispondi

      01/08/2015 alle 08:43

      Infatti risulta che non ci siano effettivi miglioramenti. La situazione purtroppo sembra, anche dai commenti degli amici su facebook che aggiornano quotidianamente sulle sue condizioni; – in sospeso -.
      Ovvio che si auspica per ora una regressione e un progressivo risveglio dal coma. I medici sono fiduciosi.

      • Pierluigi Rispondi

        01/08/2015 alle 08:54

        Quando si parla di miglioramenti, è ovvio he si fa riferimento a una situazione precedente. Certo, siamo tutti in apprensione.

  2. rossella o'hara Rispondi

    01/08/2015 alle 10:04

    @pierluigi

    miglioramenti?
    dopo 10 giorni la prognosi e’ ancora riservata.
    fa te’.

  3. Mario Guidetti Rispondi

    01/08/2015 alle 12:13

    Forza Alberto, animo libero, forza
    per evitare sovraffollamenti ho, a malincuore, rinunciato a venire all’ospedale, pensando sia meglio e rispettoso attendere con trepidazione e sperare in tue positive nuove avendo fiducia nella medicina e nei medici.
    un forte, ideale, abbraccio e adelante, Alberto, adelante hasta la tua victoria in questa difficile battaglia

    • Pierluigi Rispondi

      01/08/2015 alle 12:28

      Hasta la victoria siempre!

  4. :) Rispondi

    05/08/2015 alle 22:35

    Respiri da solo da oggi.
    Anzi… ritorni a respirare.
    Mi ricordo tutto ciò che ho imparato di straordinario insieme a te.
    Sorrido.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *