Fusione Reggio-Parma: nasce la super-Boorea con 150 coop socie. Tutto il potere a Luca Bosi

5/8/2015 – Dalla fusione della reggiana Boorea con Csa (Consorzio Servizi Amministrativi) di Parma nasce Boorea Emilia Ovest, nuova maxicoop che aggrega ben 150 cooperative presenti nei due capoluoghi emiliani, destinata a diventare uno strumento finanziario per le start up cooperative.

Duplice infatti l’obiettivo della fusione: creare un importante patrimonio intercooperativo per promuovere la diffusione della forma e della cultura imprenditoriale cooperativa nel mondo, ma anche dar vita ad uno strumento di finanza cooperativa utile a generare esperienze di start up tra i soci. Un nuovo soggetto a servizio dello sviluppo della cooperazione che nasce, per primo in Italia, tra Reggio e Parma.

Le assemblee delle cooperative Boorea di Reggio Emilia e Csa (Consorzio Servizi Amministrativi) di Parma hanno approvato il progetto di fusione, che sarà operativo entro pochi mesi. L’operazione, che consiste in una fusione per incorporazione di Csa in Boorea, è stata salutata con grande soddisfazione da Legacoop Emilia Ovest. “Boorea Emilia Ovest, così si chiamerà la nuova cooperativa – spiega il presidente di Legacoop Andrea Volta – nasce per dare vita ad un progetto strategico che vuole sviluppare le sinergie tra due cooperative già attive in più settori, a favore dei soci attuali e di quelli futuri”.

Boorea Emilia Ovest – spiega Luca Bosi, già presidente di Boorea e che rimane alla presidenza della nuova cooperativa – intende perseguire gli scopi sociali delle due cooperative, ma in un’ottica di semplificazione, economicità e maggiore efficienza. Con questa operazione – prosegue Bosi – si otterrà una maggiore capacità contrattuale e una maggiore capitalizzazione, a vantaggio dei soci”.

Continua dunque inarrestabile l’ascesa di Luca Bosi che assomma su di sè la presidenza di Sicrea Group (nata dai crac Cmr, Orion, San Possidonio e infine CdC, col trasferimento della sede a Modena, non ancora digerito a Reggiolo), la vicepresidenza di Legacoop, Emilia Ovest, la presidenza dell’Alleanza cooperativa di Reggio Emilia e la presidenza di super-Boorea. Niente male, per un giovane dirigente partito anni fa col piede sbagliato come responsabile relazioni esterne della Cmr.

Le attività di Boorea Emilia Ovest – precisa una nota – “saranno prevalentemente concentrate nella solidarietà sociale, che era propria di Boorea (promozione della cooperazione anche a livello internazionale, iniziative e progetti educativi, sanitari, umanitari e culturali); nelle attività di gestione immobili e nei servizi di assistenza e consulenza immobiliare; nelle attività di consulenza e assistenza finanziaria rivolte alle cooperative socie”.

E’ evidente – aggiunge il presidente Andrea Volta – che l’operazione approvata dalle due assemblee si inserisce a pieno titolo nel progetto di riordino territoriale di Legacoop nelle province di Reggio Emilia, Parma e Piacenza, che ha portato alla costituzione di Legacoop Emilia Ovest. La nostra scelta è quella di razionalizzare i livelli di rappresentanza e di servizi alle imprese in una logica di area vasta.”

La nascita di uno strumento interprovinciale come Boorea Emilia Ovest – conclude Luca Bosi – che nasce per svolgere attività diversificate (dalla solidarietà sociale all’assistenza finanziaria) ma tutte utili allo sviluppo della cooperazione, rappresenta una novità assoluta per il mondo Legacoop. Ci sembra una scelta importante anche rispetto al riassetto istituzionale avviato nella nostra regione”.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Fausto Poli Taneto Rispondi

    07/08/2015 alle 08:27

    Con o’ Ministro Poletti che spinge, Bosi gongola. Coop, Societa’ e potere di Stato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *