Due ucraini saccheggiano cantine in via Menotti: arrestati dai Carabinieri. Non c’è modo di cacciarli dall’Italia?

31/8/2015 -Nel pieno della notte andavano e venivano da Via Menotti a Reggio Emilia, dove svuotavano le cantine di un condominio, sino via Manara dovo posavano provvisoriamente la refurtiva: biciclette, generi alimentari, liquori e vini anche pregiati). L’andirivieni è stato però notato da un cittadino che l’ha segnalato al 112 dei Carabinieri.

Così du pattuglie dei Carabinieri hanno potuto intercettare due ladri ucraini intenti a bersi una birra durante la “pausa lavoro” accanto a due biciclette rubate, di cui una elettrica. C’erano anche una busta con svariati generi alimentari e un borsone con bottiglie di vino, alcune delle quali  etichette risalenti agli anni 50. Poco lontano altre 3 biciclette assicurate ad un palo attraverso una sola catena.

In caserma i due sono stati identificati per Oleksii ROZANOV di 36 anni e  Sergiy BURNASHOV di 30, entrambi con numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio. E quando la porta della caserma si stava riaprendo per far uscire i due fermati, giungeva da Via Menotti la telefonata che li incastrava. I residenti di un condominio di Vai Menotti chiedevano ai Carabinieri un sopralluogo di furto essendo state rovistate e svuotate le loro cantine.

Tutta la refurtiva (biciclette, generi alimentari, liquori  e vini anche pregiati per svariate migliaia di euro ) è risultata essere quella “stoccata” provvisoriamente in Via Manara dai due grassatori. Le 5 famiglie derubate tornavano in possesso di quanto loro asportato, mentre i due ucraini alla luce della flagranza del reato di concorso in furto continuato e aggravato, venivano arrestati e ristretti a disposizione della procura reggiana.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *