Dieci comuni reggiani tra i cento “borghi felici”: Correggio al 37° posto. L’Emilia occupa il 30% della classifica

17/8/2015 – La provincia di Reggio Emilia brilla nella classifica dei “borghi felici” elaborata dal Sole 24 Ore. Sono ben 10 (3 in più rispetto allo scorso anno) i comuni reggiani che rientrano tra i primi 100 piccoli centri  nei quali si vive meglio in Italia, secondo la  graduatoria  stilata dal Centro studi Sintesi sulla base di 47 indicatori del Bil (Benessere interno lordo) estrapolati dalle principali fonti statistiche: Istat, Ministero dell’Interno, Infocamere, Banca d’Italia e Aci.

In testa alla classifica tre cittadine della provincia di Bolzano (Brunico, Vipiteno e Egna) e tre del veronese: Peschiera del Garda, Lazise e Bardolino.

Il borgo reggiano “più felice” è Correggio (37esimo posto ), davanti a Rubiera (53) e Quattro Castella (54), subito dopo si collocano Brescello,  Casalgrande, Scandiano, Castellarano, Sant’Ilario d’Enza, Castelnovo di Sotto e San Martino in Rio al 91mo posto. Tra i  “borghi felici” anche Traversetolo, Sorbolo, Campogalliano e Maranello.

“La nostra provincia, nel cuore dell’Emilia, avanza in classifica, aumentando il numero dei Comuni con ottime performance a livello nazionale per condizioni di vita, partecipazione e coesione sociale, grado di istruzione, salute, ambiente e sicurezza – commenta Ilenia Malavasi, sindaco di Correggio e vicepresidente della provincia – Reggio con le altre province emiliane occupa il 30% delle prime 100 posizioni: si tratta di un risultato certamente lusinghiero, che conferma il livello della qualità della vita nel Reggiano. In Emilia-Romagna siamo, al pari di Bologna, la provincia con il maggior numero di borghi felici, ben 10, a testimonianza di una comunità che,  nonostante la crisi, continua a essere operosa e solidale”.

La classifica del Sole 24 Ore

 

1 Brunico (BZ) 100

2 Vipiteno (BZ) 96,9

3 Egna (BZ) 95,6

4 Peschiera Del Garda (VR) 92,5

5 Lazise (VR) 90

6 Bardolino (VR) 89,4

7 Sirmione (BS) 83,0

8 Saluzzo (CN) 81,1

9 Alba (CN) 80,9

10 Manerba del Garda (BS) 80,8

11 Appiano sulla strada del vino (BZ) 77,4

12 Lana (BZ) 73,8

13 Lavagno (VR) 69,5

14 Iseo (BS) 69,4

15 San Pietro in Cariano (VR) 62,7

16 Ozzano dell’Emilia (BO) 61,0

17 Argelato (BO) 61,0

18 Bentivoglio (BO) 60,7

19 Oderzo /TV) 60,6

20 Negrar (VR) 60,6

21 Granarolo dell’Emilia (BO) 60,4

22 Montebelluna (TV) 60,2

23 Legnago (VR) 59,2

24 Chiavenna (SO) 56,7

25 Mogliano Veneto (TV) 56,5

26 San Martino B. A. (VR) 56,2

27 Cecina (LI) 55,5

28 Tavarnelle Val di Pesa (FI) 55,1

29 San Martino Siccom. (PV) 54,9

30 Borgomanero (NO) 54,7

31 Castenaso (BO) 54,0

32 Torri di Quartesolo (VI) 53,6

33 Caldaro sulla strada del vino (BZ) 53,2

34 Zola Predosa (BO) 52,6

35 Traversetolo (PR) 52,1

36 S. Ambrogio di Valpolicella (VR) 51,9

37 Correggio (RE) 51,4

38 Cotignola (RA) 51,4

39 Omegna (VB) 50,8

40 Breganze (VI) 50,6

41 Villafranca di Verona (VR) 50,5

42 Cherasco (CR) 50,3

43 Sorbolo (PR) 50,1

44 Teolo (PD) 49,2

45 Desenzano del Garda (BS) 48,5

46 Passirano (BS) 48,4

47 Colico (LC) 48,1

48 Piove di Sacco (PD) 47,6

49 Marano sul Panaro (MO) 47,5

50 Minerbio (BO) 47,3

51 Noventa Vicentina (VI) 47,2

52 Castel Bolognese (RA) 47,0

53 Rubiera (RE) 46,7

54 Quattro Castella (RE) 46,5

55 Castelvetro di Modena (MO) 46,4

56 Fontanellato (PR) 46,2

57 Brescello (RE) 45,9

58 Castel Maggiore (BO) 45,6

59 Castelfranco Veneto (TV) 45,5

60 Brendola (VI) 45,4

61 San Colombano al Lambro (MI) 44,8

62 Dolo (VE) 44,6

63 Villorba (TV) 44,5

64 Casalgrande (RE) 44,4

65 Scandiano (RE) 44,3

66 Soave (VR) 43,9

67 Russi (RA) 43,5

68 Maranello (MO) 43,0

69 Bertinoro (FO) 42,6

70 Castellarano (RE) 42,5

71 San Giorgio di Piano (BO) 42,5

72 Erbusco (BS) 42,0

73 Anzola dell’Emilia (BO) 41,8

74 Campogalliano (MO) 41,6

75 Rivolta d’Adda (CR) 41,5

76 Poggibonsi (SI) 41,0

77 Mirano (VE) 40,8

78 Borgo San Dalmazzo (CN) 40,8

79 Lanzo Torinese (TO) 40,5

80 Sandrigo (VI) 40,5

81 Sant’Ilario d’Enza (RE) 40,4

82 San Vito al Tagliamento (PN) 40,3

83 Pandino (CR) 40,1

84 Soncino (CR) 40,0

85 Campodarsego (PD) 39,7

86 Cles (TN) 39,3

87 Castelnovo di Sotto (RE) 38,9

88 Soliera (MO) 38,5

89 Carpaneto Piacentino (PC) 38,5

90 Piazzola sul Brenta (PD) 38,4

91 San Martino in Rio (RE) 37,8

92 San Donà di Piave (VE) 37,7

93 Villanova Mondovì (CN) 37,6

94 Clusone (BG) 37,1

95 Castelleone (CR) 37,0

96 Sarzana (SP) 36,8

97 Porto Mantovano (MN) 36,7

98 Pegognaga (MN) 36,6

99 Albino (BG) 36,6

100 Riva del Garda (TN) 36

Be Sociable, Share!

13 risposte a Dieci comuni reggiani tra i cento “borghi felici”: Correggio al 37° posto. L’Emilia occupa il 30% della classifica

  1. colui che e' tutto Rispondi

    18/08/2015 alle 09:35

    Appiano sulla strada del vino (CZ)

    e’ in provincia di CZ come agazzani gioca a tennis stamattina.

    • Pierluigi Rispondi

      18/08/2015 alle 09:55

      Refuso corretto, grazie per la segnalazione. Ne abbiamo corretti altri dall’elenco (ad esempio Sorbolo provincia di… Palermo), ma questo era sfuggito. Reggioreport

  2. Non venite Rispondi

    18/08/2015 alle 16:34

    Reggiani state lontani da Brunico. “Si vive malissimo”.
    Niente maiali.
    😀

    • Pierluigi Rispondi

      18/08/2015 alle 16:37

      Guarda che sei in compagnia di Correggio, Castelnovo Sotto e nientepopodimenoche Brescello. Qualcosa non quadra nel tuo primo posto.

      • Quadrato del Cerchio Rispondi

        18/08/2015 alle 16:41

        Però io abito a Brunico.
        Degli altri me nefotto allegramente.
        Mi consenta.

        • Pierluigi Rispondi

          18/08/2015 alle 20:12

          Cribbio…

      • che cazzo centra? Rispondi

        18/08/2015 alle 16:58

        Brunico con Brescello non c’entra un cazzo.

        • Pierluigi Rispondi

          18/08/2015 alle 20:11

          Cosa c’è da ridire? L’accostamento secondo Lei è offensivo? Anche Brescello figura nell’elenco dei cento Borghi felici, come Brunico (che, lo riconosco è al primo posto: ma è un’Italia austriaca…)

          • Accostamento

            19/08/2015 alle 09:50

            Semplicemente non vedo alcun tipo di accostamento.
            Praticamente imparagonabili.
            Chi si accontenta gode e chi gode con gli ‘aratri’ è una merda.

  3. Palermo Rispondi

    18/08/2015 alle 16:36

    Sorbole.

  4. GRAND aratri Rispondi

    18/08/2015 alle 16:45

    @ pierluigi
    hai propprio raggione a brescello i picciotti c’e’ stanno proppprio bene….

    • esatto Rispondi

      19/08/2015 alle 09:53

      Lei ha inquadrato perfettamente l’ ‘aratro’.

  5. Alto Adige Euroregione plurilingue Rispondi

    18/08/2015 alle 16:53

    Un modello per tutti. ALTRO CHE BRESCELLO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *