Chiesa, divorziati, matrimoni gay: il cardinal Ruini contro le tesi aperturiste

20/8/2015 – Il cardinale Camillo Ruini, ex presidente della Conferenza episcopale italiana ed ex vicario del Papa per Roma, reggiano eminente, ha contribuito, insieme ad altri dieci cardinali di vari paesi, a un libro che, in uscita a ridosso del prossimo sinodo di ottobre sulla famiglia, si pone, contestando il rischio di una “falsa compassione”, come contrappunto alle tesi aperturiste di altri presuli, ritenuti più in linea con la “misericordia” caldeggiata da Papa Francesco, su tematiche come la comunione ai divorziati risposati, l’accoglienza per le coppie gay o il nodo della contraccezione.cardinal ruini

Il volume, edito negli Stati Uniti dalla Ignatuis Press, ha, attualmente, il titolo “Undici cardinali parlano di matrimonio e famiglia”, sottotitolo “Saggi da un punto di vista pastorale”. Il curatore è l’agostiniano Robert Dodaro, direttore del Pontificio istituto patristico (Augustinianum). Questi i cardinali autori, oltre a Ruini (che non è padre sinodale): Carlo Caffarra (arcivescovo di Bologna), Robert Sarah (prefetto della Congregazione per il Culto divino), Baselios Cleemis (arcivescovo maggiore siro-malankarese di Trivandrum), Paul Josef Cordes (presidente emerito di Cor Unum), Dominik Duka (arcivescovo di Praga), Joachim Meisner (arcivescovo emerito di Colonia, grande amico di Giovanni Paolo II e Benedetto XVI), Antonio María Rouco Varela (arcivescovo emerito di Madrid e gran nemico dell’allora presidente del Governo Zapatero), Willem Jacobus Eijk (arcivescovo di Utrecht), John Onaiyekan (arcivescovo di Abuja), e Jorge L. Urosa Savino (arcivescovo di Caracas).
“Il matrimonio e la famiglia sono in crisi. A ottobre 2015, un sinodo dei vescovi si incontrerà in Vaticano per discutere questo importante argomento”, si legge sul sito internet della casa editoriale cattolica statunitense, guidata dal gesuita Joseph Fessio e non nuova a iniziative editoriali di tendenza conservatrice. “In preparazione all’evento, undici cardianli di diverse parti del mondo hanno scritto potenti saggi su alcuni problemi che saranno discussi: la sfida di provvedere una adeguata preparazione al matrimonio in un mondo secolarizzato; il bisogno di evangelizzazione e conversione; la relazione tra carità e verità; la situazione dei cattolici divorziati e risposati civilmente; e le domande di una autentica cura pastorale. Gli autori – sottolinea la presentazione del volume di 144 pagine – comprendono che la dottrina e il ministero pastorale non sono opposti l’uno all’altra. Sottolineano cautamente un corso saggio e misericordioso che affronta le preoccupazioni genuine, evitando una falsa compassione, che compromette sia la verità che l’amore autentico. Questo libro – prosegue la nota – serva sia come concisa introduzione al prossimo sinodo e come utile guida per applicare gli insegnamenti di Cristo per la cura pastorale delle famiglie. Molto dopo il sinodo, questi saggi rimarranno validi per chiunque voglia comprendere e proclamare il Vangelo della famiglia”.
Già prima dello scorso sinodo straordinario sulla famiglia, lo stesso Dodaro aveva promosso un altro libro, uscito negli Stati Uniti sempre con Ignatius Press (in Italia con Cantagalli), intitolato “Permanere nella Verità di Cristo” nel quale cinque cardinali – Walter Brandmüller, Raymond Leo Burke, Carlo Caffarra, Velasio De Paolis e Gerhard Ludwig Müller – prendevano le distanze, tra l’altro, dalle aperture ai divorziati risposati del cardinale Walter Kasper. Ora, scrive il blog olandese In Caelo et in Terra, un nuovo volume che intende criticare la presunta “protestantizzazione della Chiesa” cattolica.

(fonte: askanews)

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Relax Rispondi

    20/08/2015 alle 11:13

    Certo che non essere cattolici è davvero antistress..
    🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *