Uomo di 34 anni tenta di buttarsi dalla Pietra. Preso e salvato dai Carabinieri dopo mezz’ora di trattative

8/7/2015 – I carabinieri di Castelnovo Monti hanno salvato dal suicidio un uomo di 34 anni: aveva deciso di buttarsi giù dalla Pietra in quello che purtroppo è diventato un macabro rituale per numerose persone decise a togliersi la vita.

Sarebbe stato l’ennesimo litigio familiare a indurre il giovane, padre di una figlia di un anno e mezzo,  al gesto disperato.

L’allarme è arrivato dalla moglie che, preoccupata dal fatto che l’uomo, già in cura per problemi psichici, si era allontanato da casa in stato confusionale, ha cercato di rintracciarlo in ogni modo. Le telefonate e il fitto scambio di messaggi tra i due si sono  conclusi con l’uomo che riferiva di trovarsi sulla Pietra di Bismantova e di volersi buttare di sotto.

Sono intervenute senza indugio tre pattuglie dell’Arma che, giunte sul luogo segnalato sulla base delle indicazioni della moglie, hanno dapprima trovato l’auto del modenese, poi hanno visto l’uomo che, già con le gambe penzoloni sull’estremità della Pietra, era in procinto di saltare nel vuoto. Da qui la delicatissima azione degli uomini dell’Arma, che hanno dovuto mediare per oltre 30 minuti nel tentativo di tranquillizzarlo, in modo da potersi avvicinare senza provocare la reazione del gioovane.

Una volta ottenuta la sua fiducia e avvicinatisi a sufficienza i Carabinieri sono riusciti ad afferrarlo e a trascinarlo in una posizione di sicurezza. Scampato il pericolo, i militari castelnovesi hanno eseguito un controllo sulla vettura dell’uomo sulla quale hanno rinvenuto una lunga lettera con la quale lo stesso spiegava le ragioni del suicidio, fortunatamente non riuscito. L’uomo è stato quindi soccorso ed affidato ai sanitari che ne hanno disposto il ricovero in una struttura di cura  della provincia di Modena.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.