Presa la banda delle case di riposo: tre arrestati a Reggiolo

29/7/2015 – Presa la banda delle case di riposo che in queste notti ha imperversato nella Bassa reggiana, rubando i televisori delle sale di ritrovo degli anziani e scassinando i distributori di bevande, che di conseguenza diventavano inservibili. Una serie di colpi commessi in prevalenza nell’area della cosiddetta bassa reggiana a cui i Carabinieri di Reggiolo, grazie al rafforzamento dell’attività preventiva disposta dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Reggio Emilia, hanno posto fine con l’individuazione e l’arresto in flagranza di tre tossicodipendenti.
 L’attività dei Carabinieri reggiolesi ha portato anche al recupero della refurtiva costituita dal danaro sottratto dai distributori di bevande e un televisore da 47 pollici che serviva ad allietare le serate agli anziani nonché il sequestro di numerosi attrezzi da scasso e dei cellulari con i quali i tre malviventi restavano in contatto durante i furti. 
Con l’accusa di concorso in furto aggravato e continuato i carabinieri della Stazione di Reggiolo hanno tratto in arresto Andrea LAMBRUSCHI, 27 anni di Correggio, Alberto SUTILI, 23
anni di Gonzaga (MAntova) e Maris REBESCHI 34enne di Reggiolo,  tutti disoccupati e noti ai Carabinieri, che ora sono in carcere a disposizione della Procura reggiana. In loro possesso sarebbe stata trovata refurtiva proveniente da diversi raid.
 Nelle ultime notti le case di riposo del reggiano sono state prese di mira da parte di ladri che hanno agito in maniera
seriale e con un modus operandi collaudato. 
Attendevano che gli ospiti si ritirassero nelle loro stanze da letto, solitamente collocate ai piani rialzati, poi entravano nelle strutture prendendo di mira le cosiddette sale relax,  facendo razzia di televisori e denaro preso dai distributori
di bevande. Dopo i colpi delle scorse notti consumati nelle case protette dei comuni di Correggio e Campagnola i Carabinieri reggiani si sono messi a caccia della banda e ieri sera poco dopo le 21,30 in via Dante a Reggiolo hanno fermato  Bedeschi davanti alla casa di riposo Villa Aurora e in prossimità della Casa residenza per Anziani: l’uomo in sella a una bici stava facendo il palo ai due complici,   trovati dai carabinieri all’interno di Villa Aurora con in mano dei cacciaviti. 

Avevano appena rubato un televisore  da 47 pollici dalla sala comune, già portato all’esterno della residenza e poi recuperato dai militari. I successivi approfondimenti investigativi portavano ad accertare la responsabilità dei tre anche nel furto dei soldi contenuti nei distributori di bevande della vicina Casa Residenza Anziani. Alla luce della flagranza di reato i 3 malviventi venivano arrestati. E’ al vaglio la loro posizione su analoghi colpi commessi la scorsa notte in altre residenze per anziani dei comuni limitrofi: i tre compariranno domni davanti al giudice di Reggio Emilia per essere giudicati con rito immediato. 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *