A Casina la fiera del Parmigiano Reggiano: gente, lì trovate il miglior formaggio del mondo

Casina 1

31/7/2015 –  Si comincia: il borgo di Casina, nella montagna di Reggio Emilia,  è vestito a festa. Venerdì 31 luglio, prende il via la 49ma edizione della Fiera del Parmigiano Reggiano. E’ un evento di assoluto rilievo nel panorama delle attività estive dell’Appennino Reggiano, grazie ad una proposta agroalimentare di altissima qualità, incentrata va da sè sul Parmigiano Reggiano, in particolare quello prodotto dalle latterie di montagna. Per questi aspetti di eccellenza (una volta tanto vale la pena usare questo termine, sin troppo abusato) la Fiera è stata designata dalla Regione Emilia Romagna come unico Evento Expo 2015 per l’Appennino Reggiano, elemento che quest’anno caratterizzerà fortemente la manifestazione.

“Per noi si tratta di un riconoscimento molto importante – afferma il Sindaco di Casina Gianfranco Rinaldi -, che è arrivato grazie ad una importante collaborazione con l’Unione montana dei Comuni dell’Appennino. Sarà quindi, anche in linea con le tematiche al centro di Expo, una fiera caratterizzata su una immagine ancora più forte e pervasiva del Parmigiano Reggiano prodotto in montagna, verso la riconoscibilità di aspetti specifici della produzione locale, che potrebbero segnare il futuro agroalimentare del territorio”.
Casina, il taglio della forma di Parmigiano Reggiano

Casina, il taglio della forma di Parmigiano Reggiano

Il venerdì come di abitudine è una giornata di “antipasto”. A partire dalle 19 aprirà infatti lo stand dedicato al Parmigiano Reggiano: sono ben 23 le latterie presenti all’edizione 2015 della fiera. Per conoscere ed apprezzare al meglio il prodotto appenninico è stato allestito “Il Re di Montagna”, nella centrale via Roma, vicino al Municipio: dopo un percorso sensoriale alla scoperta del prodotto, del territorio e delle persone, si arriva in uno stand in cui è possibile degustare e acquistare i prodotti contraddistinti dal marchio “Parmigiano Reggiano – Latte di Montagna” con stagionatura 24 e 30 mesi, grazie alla presenza delle migliori latterie delle province di Reggio Emilia, Parma, Modena e Bologna.
Tra via Roma e largo Tricolore aprirà domani alle 19 anche “AgriCasina: i frutti della terra”, il mercato agroalimentare per scoprire una cinquantina di imprese agricole del territorio, pronte a offrire un gustosissimo viaggio fra i prodotti locali più genuini e i sapori più autentici. Per la prima volta saranno presenti anche aziende toscane del Parco nazionale.
Inoltre domani sera ci saranno lungo le strade centrali del paese alcuni interessanti mercatini: il Mercatino dell’usato domestico, tra cambi e scambi, occasioni e sorprese offerte da soggetti non professionisti, e il mercato dell’artigianato tradizionale, un suggestivo percorso di stand alla scoperta della creatività locale.
Alle 21 poi, in Piazza Papa Giovanni XXIII (zona Peep), un momento di spettacolo con Claudio e Consuelo che presentano “Dal paese dei balocchi”, una storia raccontata con parole, musica e oggetti volanti ben identificati.
Alle 21.30 in Piazza IV Novembre (Municipio) grande musica live con i Rumba de Bodas: formato da otto musicisti con energie, esperienze e idee diverse, il gruppo ha sviluppato uno stile unico dal groove latino alle sonorità balcaniche, con accenti di swing, ska e reggae.
Dal 2008 ad oggi i Rumba de Bodas hanno consolidato la loro presenza nel panorama musicale italiano ed europeo, calcando i palcoscenici di Francia, Spagna, Romania e Regno Unito.
Alla palestra delle Scuole medie, vicinissima al centro, sarà visitabile anche la mostra ‘Behind Food Sustainability – Oltre la Sostenibilità Alimentare’, allestita dal Parco nazionale per presentare l’Appennino Tosco Emiliano come Riserva ‘Uomo e Biosfera’ dell’Unesco, riconoscimento arrivato da poche settimane e che coinvolge anche il territorio di Casina. Nella mostra, l’Unesco declina il tema di Expo 2015, “Nutrire il pianeta, energia per la vita”.

casina, la cottura della forma con fuoco a legna

Casina, la cottura della forma con fuoco a legna


La Fiera del Parmigiano Reggiano si contraddistingue poi per una importante proposta enogastronomica rivolta a tutti i visitatori: ai tanti ed eccellenti ristoranti e pizzerie normalmente attivi a Casina, in occasione della Fiera si aggiungono infatti spazi allestiti nei punti centrali del paese dalle associazioni di volontariato, che apriranno da domani sera alle 19: in piazza San Giovanni XXIII (zona Peep) il ristorante “La tana del Capitano”, a cura della Croce Rossa di Casina, ai giardini pubblici ex Villa di Marzio il ristorante della Protezione Civile di Casina, mentre alla Casa Cantoniera la Birreria Casa Real, a cura di ASD Real Casina 04.
La Fiera di Casina proseguirà con un calendario ricchissimo di proposte fino a lunedì 3 agosto. Per tutte le informazioni e il programma è possibile visitare il sito www.fieradelparmigianoreggiano.it.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *