Tentano di rubare in casa di un anziano: tre nomadi reggiane arrestate a Casina

26/6/2015 –  Probabilmente lo tenevano d’occhio tant’è che appena è uscito da casa una donna, complici altre due che facevano il palo, si è infilata nell’abitazione rovistando la camera da letto con l’intento di rubare i preziosi di un 70enne reggiano.

Però il figlio della vittima ha mandato a monte il colpo, e  i Carabinieri della Stazione di Vezzano sul Crostolo hanno assicurato alla giustizia le responsabili del tentativo di furto,  rintracciandole in un supermercato del paese.

Con l’accusa di concorso in tentato furto aggravato, i Carabinieri di Vezzano  hanno tratto in arresto Brunella TORRE di 56 anni, Ledy VILLANI di 34 e Samantha VILLANI di 37,  tutte residenti a Reggio Emilia.

Questa mattina, dopo la convalida dell’arresto daparte del giudice reggiano, sono state sottoposte a misura cautelare in attesa del processo fissato per il prossimo 22 luglio: Brunella Torre con obbligo di dimora nel comune di Reggio Emilia,  le complici con obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

Ieri, alle 12,30 quando le pattuglie in servizio nei comuni dell’Appennino reggiano venivano allertate dal 112 perché poco prima nel comune di Casina tre donne si erano date alla fuga dopo un tentato furto in abitazione.

Una ì delle ladre, sorpresa dentro casa dal figlio della vittima, riusciva a fuggire a bordo di una Ford Fiesta con a bordo due donne più giovani. La pattuglia di Vezzano Sul Crostolo rintracciava l’auto e le tre donne nel parcheggio di un supermercato. Condotte in caserma venivano riconosciute dal figlio del settantenne preso di mira, e dichiarate in arresto.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.