Suv nuovo di zecca, rubato da una concessionaria, nascosto in un garage affittato in nero. Doveva finire a dei terroristi?

28/6/2015 – I controlli della Polizia nelle zone calde di Reggio Emilia si stanno rivelando particolarmente efficaci, e le sorprese non finiscono mai. In questi giorni gli agenti hanno perquisito l’abitazione di due cittadini reggiani, proprietari di numerosi immobili, affittati anche in nero. All’interno di uno dei garage di proprietà della coppia, è stata scoperta un’automobile nuova di zecce (mai immatricolata ma con una targa anch’essa rubata). Si tratta di una Toyota Land Cruiser, del valore di oltre 50.000 euro.

L’auto, mai utilizzata, era stata nascosta nel garage da uno degli inquilini, non registrati, della coppia. Secondo la Polizia  il mezzo, su cui era stata già montata una targa con i dati di un altro mezzo, era in procinto di essere ricettata altrove.

La Squadra Mobile indaga per risalire all’identità dell’affittuario (che a quanto pare neanche i proprietari conoscono)  operazione resa complicata dalla mancanza di un contratto di locazione registrato. L’autovettura, su cui sono stati rilevate tutte le impronte digitali, verrà restituita al concessionario al quale era stata rubata nel dicembre scorso.

I proprietari dei garage per ora se la caveranno  con una segnalazione all’Agenzia delle Entrate,tuttavia va detto che specialmente in momenti come questi i proprietari devono mostrare più senso di responsabilità non solo verso il fisco, ma soprattutto verso la società: esiste un obbligo preciso di comunicare alla Questura, per le norme antiterrorismo, l’identità di inquilini, affittuari, clienti di alberghi etc. Non farlo pernon pagarele tasse, e soprattutto, non sapere chi utilizza i propri immobili, è semplicemente da irresponsabili. E se, per pura lontanissima ipotesi,  quel Land Cruiser rubato fosse diventato l’autobomba di un kamikaze?

 

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.