Aceto industriale? No, grazie. Show cooking con D’Amato per rendere giustizia al vero balsamico tradizionale

13/5/2015 –  Portare la “reggianità” a Expo 2015 attraverso i prodotti tipici della tradizione culinaria reggiana: è questo l’obiettivo di CNA Reggio Emilia, che chiama a raccolta i produttori artigiani per un evento di respiro internazionale.

Il prossimo 19 giugno Piazza Prampolini ospiterà uno show cooking che avrà come protagonista assoluto l’aceto balsamico tradizionale di Reggio Emilia DOP. Un prodotto di assoluta eccellenza che sarà alla base delle ricette realizzate dal vivo dal grande chef Gianni d’Amato (ex Rigoletto “terremotato”, oggi al ristorante Arti e Mestieri di Reggio Emilia), da Andrea Incerti Vezzani del ristorante Ca’ Matilde e dal maestro gelataio Simone De Feo della Gelateria Capolinea. “Abbiamo voluto creare un evento unico per la nostra città – spiega il presidente di CNA Reggio Emilia Nunzio Dallari – che rispondesse a  una duplice finalità: mettere insieme le eccellenze alimentari con l’eccellenza del “saper fare” dei nostri produttori artigiani e degli chef. Crediamo sia un bel modo di presentare non solo i nostri prodotti, ma anche tutto il lavoro che c’è dietro, in una vetrina internazionali come Expo. Un’opportunità importantissima per i nostri artigiani, che grazie all’impegno dei Presidenti di CNA Alimentare Laisa Rinaldi e CNA Commercio Dino Spallanzani, faremo conoscere a tutto il mondo”.

Gianni D'Amato

Gianni D’Amato

Sul palco durante l’esibizione dal vivo, gli chef stupiranno il pubblico con le loro interpretazioni dei prodotti tradizionali e dialogheranno con i produttori artigianio, svelando segreti e curiosità legati non solo all’aceto, ma anche ad altre tipicità del nostro territorio.

“Abbiamo pensato di presentare i mille usi dell’aceto balsamico tradizionale – spiega lo chef Gianni d’Amato – perché è un prodotto simbolo, un capolavoro del gusto che rappresenta il mix perfetto tra semplicità e raffinatezza e che ha bisogno di uscire dalla “nicchia” per essere più conosciuto e apprezzato. E’ importante, anche in vista della presentazione a Expo, far conoscere la differenza con l’aceto industriale comunemente diffuso ma che nulla ha a che vedere con la ricetta secolare tramandata di generazione in generazione dai nostri artigiani, vera garanzia di eccellenza e qualità”.

Lo show sarà “condito” da un momento riservato alla competizione “Una ricetta da chef”, per aspiranti chef che vogliono mettere alla prova la loro abilità e creatività.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *